Eav, revocato lo sciopero previsto per il 2 maggio

La decisione, comunicata da Eav attraverso i suoi canali social, è avvenuta "in seguito agli ultimi incontri tra l’azienda e le organizzazioni sindacali "

Lo sciopero dei vettori Eav previsto per il prossimo 2 maggio è stato revocato. A darne notizia è stato lo stesso Ente Autonomo Volturno attraverso il suo profilo social.

"In seguito agli ultimi incontri tra l’azienda e le organizzazioni sindacali – fa sapere la holding regionale del trasporto pubblico – lo sciopero proclamato da queste ultime per il prossimo 2 maggio è stato revocato, pertanto il servizio sarà regolare su tutta la rete Eav, sia ferroviaria che automobilistica".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A proclamare l'agitazione erano state le sigle Faisa Coinfail e Ugl.

Lo sciopero

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Vruoccole e tagliatelle: il segreto della ricetta napoletana

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

  • Coronavirus, primo alunno positivo in Campania: chiusa la scuola

  • Bonus tiroide: di cosa si tratta e come fare per richiederlo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento