Attualità

Quattro Giornate, le celebrazioni. De Magistris: "La Napoli partigiana scrisse la storia"

Il messaggio del primo cittadino per il 78mo anniversario delle Quattro Giornate di Napoli e tutti gli eventi in programma da oggi al primo ottobre

Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha affidato ad un post sui social il suo messaggio per l'anniversario, il 78mo, della Quattro Giornate di Napoli.

Nel 1943 Napoli, con le sue storiche quattro giornate, fu la prima città d’Europa a liberarsi dall’oppressione nazifascista con una rivolta di popolo nella cui prima linea c’erano giovani e donne – ha scritto il primo cittadino – La Napoli partigiana scrisse la storia, a dimostrazione che la storia la scrivono i popoli e che la rassegnazione e l’indifferenza sono i fucili silenziosi dei regimi nelle forme diverse che le contingenze storiche ci riservano”.

Il messaggio del presidente della Camera

Così sull'anniversario il presidente della Camera Roberto Fico: "Settantotto anni fa Napoli divenne per tutti gli italiani un esempio di riscatto contro la dittatura e di riconquista della libertà. Ridotta in macerie, prostrata a livello emotivo, lasciata sola a difendersi, con forze impari, contro il nemico, Napoli fu la prima, tra le grandi città europee, ad insorgere con successo contro l'occupazione nazista, costringendo il nemico alla ritirata. Nel corso di quel terribile conflitto mondiale la città partenopea era stata bersaglio di ingenti bombardamenti, con pesantissime perdite in termini di vite umane. Nonostante i gravi danni e le indicibili sofferenze, tutta la cittadinanza napoletana oppose una resistenza disperata, ribellandosi al piano di rastrellamenti concepito dagli occupanti tedeschi, che prima della ritirata volevano ridurre Napoli "in cenere e fango". Ricordare questo evento significa comprendere l'alto prezzo della libertà ed il valore della nostra democrazia. Conquiste che dobbiamo ai cittadini napoletani, così come ai tanti eroi della Resistenza, che hanno dimostrato non soltanto un grande coraggio, ma soprattutto fierezza civica e tenacia nel non rassegnarsi mai. Oggi, come allora, abbiamo bisogno di quella energia ideale: per affrontare le sfide che ci attendono, ma anche per respingere ogni possibile nuova forma di estremismo, per contrastare l'odio, le ingiustizie, la corruzione e l'egoismo sociale".

"La nostra democrazia - che vive attraverso il riconoscimento di diritti, di opportunità, di dignità - necessita sempre di essere difesa e tutelata. È un impegno che dobbiamo portare avanti ogni giorno, anche in nome di coloro che si resero protagonisti di quelle memorabili giornate a Napoli, e sempre grati per loro straordinaria capacità di immaginare e di impegnarsi, a tutti i costi, per un futuro di diritti e di pace", ha poi concluso.

Le iniziative da oggi al primo ottobre

La Cerimonia di deposizione di corone d’alloro si è tenuta alle ore 11 in piazza Carità presso la stele dedicata a Salvo D’Acquisto.

Martedì 28 settembre

ore 12 - Emiciclo Capodimonte altezza Ponte Maddalena Cerasuolo  - Cerimonia di intitolazione di “Emiciclo Vincenzo Stimolo”, Partigiano caduto per la lotta di Liberazione

ore 17- Maschio Angioino

Presentazione del libro: “La prima generazione di comunisti napoletani si racconta” (ventisette autobiografie per altrettante scelte di vita), a cura di Giulia Buffardi;

Illustrazione del progetto - programma "Dizionario Biografico degli Antifascisti Campani", a cura di Silvio de Majo.

Intervengono l'Assessore alla Cultura Città di Napoli Annamaria Palmieri, i Curatori e il Presidente dell'ICSR, Guido D'Agostino.

Mercoledì 29 settembre 

ore 17:30 - Maschio Angioino

Presentazione del libro “Quando sale la notte” del Prefetto Marco Valentini

Intervengono:

·         Nino Daniele, Presidente Premio "Amato Lamberti"

·         Francesco Soverina, Storico

·         Modera Ottavio Lucarelli. Presidente dell'Ordine dei Giornalisti della Campania

Sarà presente l'autore.

Giovedì 30 settembre

 ore 16:30 – Maschio Angioino

“Donna è lotta”

Intervengono:

·         Gabriella Gribaudi, Storica, Università degli Studi di Napoli Federico II

·         Rosa Carillo, Giornalista

·         Sara Cucciolito, Presidente Anpi-Capodimonte

·         Cinzia Massa, CGIL Napoli

Venerdì 22 ottobre

ore 16:30 – Maschio Angioino

Presentazione del libro "Noi Partigiani, Memoriale della Resistenza Italiana”

Intervengono:

·         Gad Lerner. Giornalista e curatore del volume

·         Gianni Cerchia, Storico, Università degli Studi del Molise

·         Vincenzo Calò, Responsabile Nazionale per il Sud dell'Anpi

·         Ciro Raia, Responsabile Scuola e Cultura Anpi-Napoli

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattro Giornate, le celebrazioni. De Magistris: "La Napoli partigiana scrisse la storia"

NapoliToday è in caricamento