Patrimonio edilizio a rischio: chiesto il progetto Sirena

I tre bandi precedenti hanno permesso lo stanziamento di 78 milioni di euro per il salvataggio di diversi immobili

È stato firmato da tutte le forze politiche l'ordine del giorno presentato la scorsa settimana in Consiglio comunale dai consiglieri Stefano Buono e Marco Gaudini (Verdi Napoli) sulla reintroduzione di un progetto di recupero del patrimonio edilizio sulla scorta del progetto S.I.RE.NA.. La richiesta è stata formulata a fronte dello stato di degrado in cui versa la gran parte delle facciate e delle parti comuni del patrimonio edilizio privato e della necessità di un intervento strutturato e ad ampio raggio. “

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dal 2002 al 2017, quando è stato chiuso, il progetto S.I.RE.NA. ha consentito l'apertura di centinaia di cantieri per lavori di manutenzione di altrettanti fabbricati privati grazie all'erogazione di contributi a fondo perduto fino al 35% degli importi – spiegano Buono e Gaudini insieme al portavoce dei Verdi di Napoli Raffaele Caiazza -: questo modello rappresenta un'importante forma di collaborazione pubblico-privato che può essere riproposta a tutela della sicurezza dei cittadini. A questo vanno aggiunte importanti considerazioni in merito all'incidenza occupazionale”. I tre bandi del progetto S.I.RE.NA. (2002, 2003 e 2008) hanno portato allo stanziamento di circa 78 milioni di contributi con oltre il 67,7% delle domande ammesse sulle 2511 istanze presentate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Vruoccole e tagliatelle: il segreto della ricetta napoletana

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento