rotate-mobile

Pasqua 2023, programma di eventi all'insegna del cibo

Dal 7 aprile al 7 maggio, in diversi luoghi della città, ci saranno 15 appuntamenti con racconti, ricette e degustazioni

"Ci sono turisti che vengono a Napoli perché vogliono mangiare la città". La metafora di Marino Niola, antropologo e docente universitario, presenta Vedi Napoli e poi mangia, il programma di eventi stilato dal Comune per la Pasqua 2023. Quindici appuntamenti in cui esperti racconteranno storia, aneddoti e origine dei piatti più famosi della tradizione partenopea: casatiello, pastiera, babà , parmigiana, genovese, pasta e patate, solo per citarne alcuni. 

La maggior parte degli eventi, sarà accompagnata da musica e sarà seguita da dimostrazioni di grandi chef, con tanto di degustazione. Il cartellone copre un arco temporale che va dal 7 aprile, venerdì santo, al 7 maggio, collegandosi idealmente con il Maggio dei Monumenti. "Il rapporto tra Napoli è il cibo ha radici antichissime. Già dal '700 gli stranieri erano attratti dal cibo che sapeva di vita. Nella cucina è scritta tutta l'identià della città, da qualla alta a quella bassa. Il miglior modo di conoscere la città è mangiarla". 

Si parte il 7 aprile alla Domus Ars (casatiello e pastiera) che con l'Orto botanico è una delle principali location individuate dall'assessore al Turismo Teresa Armato. Esteso il coinvolgimento anche a quartieri periferici. Nella Chiesa di S. Giovanni Battista, a San Giovanni a Teduccio, si terrà l'evento dedicato alla genovese del Lunedì in albis; mentre il 2, 6 e 7 maggio l'attenzione di spostererà sulle Terme di Agnano. 

Video popolari

NapoliToday è in caricamento