rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024

Palomba nuovo prefetto: "Sicurezza, periferie e Whirlpool le mie priorità"

Napoletano di 61 anni, prende il posto di Marco Valentini: "I problemi non si risolvono con l'aumento degli uomini in campo, ma con il coinvolgimento di scuola, associazioni e parrocchie"

Quando gli chiedono qual è il tarlo che più di altri lo attanaglia nel suo nuovo ruolo di prefetto di Napoli, Claudio Palomba ci pensa un secondo e, poi, senza esitazioni esclama: "Whirlpool. Quando ci sono 3-400 famiglie, con i bambini, che rischiano di finire in mezzo a una strada credo che ci debba essere l'impegno di tutti. Il lavoro è la vera priorità di Napoli".

Napoletano, 61 anni, Palomba subentra a Marco Valentini. Nato e cresciuto da queste parti non avrà bisogno di un lungo apprendistato per capire la dimensione delle criticità: "Ho notato che la città ha ripreso a vivere dopo la pandemia, certo conosco anche quali sono le difficoltà. Vorrei dare risposte concrete e rapide, per questo ho già incontrato quasi tutti i rappresentanti di istituzioni e forze dell'ordine". 

Tra le prime spine di cui dovrà occuparsi c'è quella della movida, finita nuovamente al centro delle polemiche dopo i casi di cronaca delle ultime settimane: "Precisando che le ordinanze sono comunali, credo che questo sarà uno dei primi temi del Comitato ordine e sicurezza di venerdì 12 novembre. Anche la movida deve tenere conto delle disposizioni Covid, soprattutto in un momento in cui i contagi stanno risalendo. E' un tema che ho affrontato anche a Torino e so che è complesso perché coinvolge almeno tre parti: i residenti, i giovani e i commercianti". 

Restando in tema pandemia, il prefetto ha ribadito il diritto di tutti a manifestare, precisando però che ogni protesta o corteo dovrà seguire le regole del distanziamento sociale e della mascherina obbligatoria. 

La sicurezza, afferma, non è un problema di numero di uomini impiegati, non solo almeno: "Avvicinare il tema della sicurezza alla gente non significa solo aumentare le pattuglie in strada. Significa coinvolgere associazioni, scuole, parrocchie. Significa far sentire la vicinanza alle periferie. Per questo motivo, sto già organizzando una prima visita a Scampia".  

Video popolari

NapoliToday è in caricamento