rotate-mobile
Attualità Nola

Ospedale di Nola covid Center, chiude il pronto soccorso. La protesta del sindaco

Gaetano Minieri, primo cittadino nolano, riferisce di tentativo in corso di riprendere la trattative con la direzione sanitaria. La struttura serve 500mila persone

Dalla notte scorsa è chiuso il pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria della Pietà di Nola.
A comunicarlo è stato Gaetano Minieri, sindaco della città vesuviana, nei giorni scorsi molto critico verso la possibile decisione dell'Asl.

Secondo quanto riportato da Minieri l'ospedale non accetta pazienti se non per urgenze indifferibili. Insomma solo codici rossi, ma "con una procedura molto complesse, quasi impossibile".

Una chiusura avvenuta "nonostante - spiega il sindaco - le rassicurazioni avute, anche a mezzo di organi di stampa". Pareva infatti che le sue proteste, alle quali avevano aderito anche altri sindaci del nolano il cui territorio è "coperto" dal Santa Maria della Pietà, avevano avuto l'effetto che il pronto soccorso venisse sdoppiato, così da consentire accessi separati ai casi sospetti di Covid e alle altre patologie.

Il sindaco nolano spiega anche di un tentativo in corso di riprendere la trattative con la direzione sanitaria, così da evitare che il nosocomio venga riconvertito in Covid hospital per fare fronte alla necessità di posti letto utili al contrasto all'epidemia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale di Nola covid Center, chiude il pronto soccorso. La protesta del sindaco

NapoliToday è in caricamento