rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Attualità

De Luca, richiamo ai negozianti e nuova decisione sulla scuola: no agli "Open day"

Il presidente della Regione sottolinea la necessità che esercenti e clienti rispettino le normative anti-Covid

Un “richiamo all’osservanza delle disposizioni di sicurezza vigenti per l’esercizio delle attività commerciali e di ristorazione; e all’osservanza del divieto di svolgimento di eventi in presenza, con particolare riferimento agli 'Open day' nelle scuole”: è quello firmato questa mattina dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca

Nel testo viene ricordato “che gli esercenti ed utenti dei servizi ed attività commerciali sono tenuti al rispetto delle fondamentali e generali norme di prevenzione sanitaria, consistenti nel distanziamento fisico, nel corretto e continuo utilizzo della mascherina e nell’igiene costante ed accurata delle mani, e alla stretta osservanza di ogni ulteriore comportamento di massima prudenza e responsabilità”.

Tra le varie cose, il richiamo sottolinea di esporre il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente negli esercizi commerciali, che il consumo ai tavoli è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo (salvo tutti conviventi). E poi che, per pub, trattorie, pizzerie, vinerie, è obbligatorio indentificare almeno una persona per tavolo, di rilevare la temperatura corporea all’ingresso, impedendo l’accesso in caso di temperatura uguale o superiore a 37,5 °C, che lo stesso Protocollo prevede, inoltre, “che il cliente potrà togliere la mascherina solo quando seduto al tavolo. In qualunque altra condizione di presenza nel locale dovrà indossare la mascherina”.

Infine, gli “Open day” negli istituti scolastici sono consentiti esclusivamente in modalità – sottolinea Palazzo Santa Lucia - “a distanza”, ovvero online.

Atto di richiamo a osservanza norme sicurezza esercizi commerciali e divieto di open day in presenza

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca, richiamo ai negozianti e nuova decisione sulla scuola: no agli "Open day"

NapoliToday è in caricamento