rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità

De Giovanni sul film di Sorrentino: "Capolavoro. Sbatte in faccia a tutti la bellezza aristocratica di Napoli"

"Sarà anche il terzo mondo, come dice la famosa rivista antropologica Le Figaro, ma il sottoscritto non se ne andrà mai, nemmeno se minacciato a mano armata. Non importa a nessuno, magari. Ma a me sì", scrive lo scrittore

"Il film di Paolo Sorrentino, "E' stata la mano di Dio", è un capolavoro. Ambientazione perfetta, storia magica, poetica e fortissima, scrittura secca e onirica, recitazione incredibile di tutti gli attori (che dimostrano, in un coro fantastico di voci differenti e tuttavia intonatissime, di comporre una generazione napoletana che non ha uguali nel mondo). E una città che sbatte in faccia a tutti la propria serena, popolana e aristocratica, perenne bellezza. Sarà anche il terzo mondo, come dice la famosa rivista antropologica Le Figaro, aggiungendo un'altra perla di str... alla lunga collana di cui si adorna: ma il sottoscritto non se ne andrà mai, nemmeno se minacciato a mano armata. Non importa a nessuno, magari. Ma a me sì".

E' il commento su Facebook di Maurizio De Giovanni, scrittore napoletano dalla cui penna sono nati capolavori assoluti come "I Bastardi di Pizzofalcone" e "Il Commissario Riccardi", sul film di Paolo Sorrentino presentato in anteprima ieri e sull'articolo polemico contro la città del quotidiano francese che ha definito Napoli "terzo mondo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Giovanni sul film di Sorrentino: "Capolavoro. Sbatte in faccia a tutti la bellezza aristocratica di Napoli"

NapoliToday è in caricamento