Il Covid uccide Salvatore Solimeno, body builder di fama nazionale e nutrizionista

45 anni, bello come il sole, Salvatore era ricoverato da meno di una settimana al Fatebenefratelli di Napoli

Il Covid ha portato via senza pietà, in una manciata di giorni, il biologo e nutrizionista, campione di body building Salvatore Solimeno.

45 anni (era nato a Pagani il 3 ottobre 1975) il dott. Solimeno viveva a Pompei, cittadina che amava moltissimo, dove aveva un accorsato studio per la consulenza dietologica ed alimentare: oltre ad avere un palma res straordinario come atleta di body building, era plurilaureato e super specializzato.  "Mi sento prima di tutto atleta ed amo lo sport cui ho dedicato la mia vita, che mi ha portato a diventare quello che sono, e che mi ha insegnato a conoscere mille sfumature che mi permettono ogni giorno di lavorare ed insegnare agli altri ciò che ho imparato negli anni di vita di allenamenti e di studi", scriveva di sé sul suo blog, seguito da migliaia di fan e appassionati della forma fisica e della corretta alimentazione.

Sempre sorridente e gentile, fisico scultoreo, bello come il sole, conduceva uno stile di vita sano e accorto. Era ricoverato al Fatebenefratelli di Napoli e, da quanto si apprende, aveva la talassemia che potrebbe aver influito sul decorso della malattia da coronavirus. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

Torna su
NapoliToday è in caricamento