Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Monte di Pietà in vendita, i cittadini: "No a ristoranti e matrimoni trash"

Lo storico luogo, di proprietà di Intesa San Paolo, potrebbe andare ai privati per 8 milioni di euro. Appello alla Regione: "Eserciti il diritto di prelazione e lo acquisti"

Monte della Pietà di Napoli in mano ai privati. Un'ipotesi di cui si parla da anni ma che non è mai stata così verosimile. Intesa San Paolo Banco di Napoli, proprietaria dello storico luogo in via San Biagio dei Librai, starebbe per cederlo a un imprenditore per la cifra di 8 milioni di euro. 

Uno scenario contro cui si scaglia una parte della città, soprattutto perché il sospetto è che il Monte di Pietà possa essere trasformato in un ristorante o in una location per matrimoni. A rendere credibile questa opzione il fatto che chi è interessato all'acquisto si è rivolto al noto wedding planner Enzo Miccio. 

Il sindacato Cub Sallca e Potere al Popolo hanno organizzato un sit in di protesta davanti all'ingresso del Monte per ribadire l'opposizione a un tale progetto. "Il rischio è che venga tradita l'idea originaria di questo luogo - spiega Franco Di Mauro di Cub Sallca oltre che ex dipendente del Banco di Napoli - Si tratta di un edificio di un valore storico inestimabile che non può essere svilito con una qualsiasi attività commerciale". 

Dai manifestanti appello alla Regione Campania che ha ancora un diritto di prelazione per acquistare il Monte: "L'Ente pubblico intervenga e metta a disposizione della città questo luogo" la richiesta di Chiara Capretti di Potere al Popolo. 

Si parla di

Video popolari

Monte di Pietà in vendita, i cittadini: "No a ristoranti e matrimoni trash"

NapoliToday è in caricamento