Domenica, 26 Settembre 2021
Attualità

Napoletani pazzi per i monopattini in sharing: 22mila corse in una settimana

La flotta attuale, di quasi 200 monopattini, aumenterà settimana dopo settimana, fino ad arrivare a 900

I napoletani si scoprono 'pazzi' per i monopattini elettrici in sharing. Negli ultimi giorni, in molte strade del centro cittadino, tante persone hanno deciso di provare questo modo alternativo di spostarsi da un luogo ad un altro. 

Nella prima settimana di utilizzo dei veicoli, Helbiz, l'azienda che gestisce il servizio di sharing, ha registrato 21.966 corse, per un totale di 56.016 km percorsi, con 48.967,5 kg di CO2 risparmiata. La flotta attuale, di quasi 200 monopattini, aumenterà settimana dopo settimana, fino ad arrivare a 900. A rendere noti questi dati è stata l'assessora comunale ai Giovani, con delega alla mobilità sostenibile, Alessandra Clemente

Per quanto riguarda i percorsi degli utenti (i dati devono considerarsi parziali, vista l'area operativa ancora ristretta e il numero iniziale di monopattini in strada), le direttrici più percorse risultano quelle di collegamento est-ovest della città, da Piazza Garibaldi a Mergellina, Corso Umberto I, via Toledo, via Chiaia, il lungomare di via Partenope e via Caracciolo. 

"Questi primi dati confermano la bontà delle scelte strategiche in tema di mobilità sostenibile che stiamo mettendo in campo e confermano gli itinerari ciclabili pianificati, progettati e realizzati. Vogliamo integrare i sistemi di trasporto pubblico con sistemi intermodali leggeri, efficienti ed ecologici. Un tassello per rendere più efficiente la mobilità urbana e contribuire ad alleggerire il carico di metro e autobus e quindi migliorarne il funzionamento in attesa dell'arrivo dei nuovi mezzi; un tema fondamentale è diluire la presenza dei passeggeri negli autobus e nei treni della metropolitana, soprattutto in un momento storico in cui ci troviamo a gestire l'emergenza sanitaria legata al Covid-19", afferma l'assessora Alessandra Clemente.

MONOPATTINI ELETTRICI, LA PROVA DI NAPOLITODAY - VIDEO

"Per arrivare a questo obiettivo oltre a incrementare e rinnovare il parco veicolare e rotabile, cosa che abbiamo fatto acquistando nuovi treni (i primi dei quali sono già a Napoli per il loro collaudo) e nuovi autobus (gli ultimi 11 li vedremo in strada a brevissimo) dobbiamo offrire l'opportunità ai cittadini di scegliere mezzi di trasporto condiviso per i viaggi brevi, come i monopattini e molto presto le biciclette. È necessario e doveroso e puntare concretamente sulla mobilità elettrica per ridurre emissioni di CO2. È questa la vera sfida dei prossimi 10 anni. Nel mondo un grande movimento ha spostato l'attenzione delle azioni pubbliche sul tema della sostenibilità ambientale, grazie soprattutto all'impegno in prima persona dei giovani e dei giovanissimi. Una politica che guarda al futuro deve essere in grado di costruire risposte immediate a questa esigenza, solo nei primi tre giorni abbiamo registrato un risparmio di 39.174 kg di CO2. Ci aspettiamo numeri ancora più importanti quando il servizio entrerà in pieno regime. Uno dei miei obiettivi fondamentale è accrescere, infatti, la sharing-culture abituando i cittadini alla condivisione e alla collaborazione. Nelle città europee sempre più frequenti sono le iniziative di condivisione: biciclette, monopattini, ma anche luoghi di lavoro o attrezzature di vicinato. Sono servizi innovativi che stanno cambiando le relazioni sociali nelle aree urbane. La nostra idea di città guarda in questa direzione, crediamo che Napoli, per il suo portato storico e culturale debba rivestire un ruolo primario in Europa e nel Mediterraneo e vogliamo farlo guardando con attenzione nei valori della sostenibilità ambientale e condivisione", conclude l'assessora. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoletani pazzi per i monopattini in sharing: 22mila corse in una settimana

NapoliToday è in caricamento