Addio a Mirna Doris: il cordoglio del Sindaco di Napoli de Magistris

Se ne va una straordinaria interprete del tradizione musicale partenopea

Mirna Doris nel corso di un'esibizione su Rai Uno

Mirna Doris non c'è più. L'amatissima artista napoletana si è spenta nella tarda mattinata di oggi. Dopo il tam tam delle prime ore del mattino, con successiva smentita della notizia del decesso, il cuore della straordinaria interprete della tradizione musicale partenopea ha alla fine cessato di battere presso la clinica dove era ricoverata. 

Annunziata Chiarelli, in arte Mirna Doris, era apprezzatissma da pubblico e critica. Nella sua brillante carriera ha inanellato due vittorie consecutive al Festival di Napoli nel 1968 e nel 1969.

Anche il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha voluto esprimere il profondo cordoglio della città per la scomparsa della cantante di Marechiaro, voce storica della canzone napoletana e grande protagonista della musica di Napoli e del Paese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La morte di Mirna Doris segue ad altre due perdite che la musica napoletana ha dovuto registrare negli ultimi giorni: quelle di Joe Amoruso e Corrado Sfogli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento