rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Attualità

Matrimoni, diktat dalla Curia di Napoli: "Stop ai ricevimenti nei locali attigui alle chiese"

La nota voluta dall'arcivescovo Battaglia

La Curia partenopea ha ribadito con chiarezza qualcosa che evidentemente non tutti stanno rispettando, ovvero che i ricevimenti nuziali non possono tenersi nei locali attigui alle chiese.

La nota ribadisce quanto stabilito nelle “Norme pastorali su alcuni aspetti della celebrazione dei Sacramenti” del 2010, testo che prevede disposizioni specifiche per tutte le celebrazioni, comprese le processioni. La numero 150 in particolare sottolinea che “Non è lecito mettere a disposizione i locali delle Opere parrocchiali e degli Istituti religiosi per i ricevimenti nuziali”.

L'Arcivescovo Battaglia ha spinto per la diffusione della nota proprio a fronte di un numero crescente di richieste. “Nel disapprovare casi già verificatisi la Curia arcivescovile, ad evitare confusione e disorientamento nei fedeli, ribadisce quanto prescrive il Direttorio diocesano, al quale sono tenuti ad attenersi parroci, rettori e presbiteri”, aggiunge ancora il comunicato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matrimoni, diktat dalla Curia di Napoli: "Stop ai ricevimenti nei locali attigui alle chiese"

NapoliToday è in caricamento