rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Attualità

Napoli città di pace: manifestazione degli studenti a un anno dall'inizio del conflitto tra Russia e Ucraina

Da Patrizio Rispo a Maurizio de Giovanni, tanti gli artisti e gli intellettuali che saranno in piazza con i giovani

Era il 24 febbraio del 2022 quando l’esercito russo varcò i confini dell’Ucraina. Da allora si calcola che circa 7 milioni di persone abbiano abbandonato il Paese e ogni giorno aumenta il numero dei morti e dei feriti.  A distanza di un anno dall'inizio del conflitto, per chiedere che cessi ogni violenza e che l’Italia e l’Europa intera favoriscano iniziative di pace, Comunità di Sant’Egidio, Comune e Arcidiocesi di Napoli promuovono una manifestazione rivolta in modo particolare alle scuole e ai giovani "che non devono essere educati all’abitudine alla guerra e che in questi anni hanno mostrato grande attenzione al pericolo della distruzione del pianeta", come spiega una nota congiunta.

L’appuntamento è per le 9,30 di questo venerdì, 24 febbraio, a piazza Dante dove ci saranno interventi del sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, del vescovo ausiliare Gaetano Castello, e dellarappresentante della Comunità di Sant'Egidio Paola Cortellessa. Partirà quindi un corteo che raggiungerà piazza Municipio dove giovani italiani, ucraini e afgani faranno sentire la loro voce e il loro grido di pace. Con loro personalità del mondo della cultura e dello spettacolo da Maurizio De Giovanni a Marco Rossi Doria, Karina Samoylenko, Davide Scafa, Maria Luisa Iavarone, Patrizio Rispo, Marco Critelli, Manuel Ceruti, Antonio Guido, i ragazzi della band “Canta suona e cammina”, e tanti altri che stanno annunciando la loro partecipazione. Alla manifestazione aderiscono Cgil, Cisl, Uil, Unicef, Eip Italia, Adoc, Uniti aps, “Dateci le ali” associazione di solidarietà con l’Ucraina, Confederazione degli studenti Napoli, Udu Napoli, Associazione studenti ingegneria e informatica, 9 Scienze politiche, MSOI Napoli, Vivi Unina, L’università degli studenti Giurisprudenza. "Napoli è una città di pace e da qui i giovani chiedono la pace per l’Ucraina e per il mondo intero, segnato da altri conflitti dimenticati - spiega la nota dei promotori - Questa è la vera Napoli dove tanti giovani sognano un mondo senza guerra e senza la minaccia del disastro nucleare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoli città di pace: manifestazione degli studenti a un anno dall'inizio del conflitto tra Russia e Ucraina

NapoliToday è in caricamento