Mal'Aria, smog a Napoli: dall'inizio dell'anno già superati 16 volte i limiti di Pm10

Dal rapporto emerge che l'emergenza smog è cronica nel Paese

Male Napoli nel rapporto "Mal'Aria" di Legambiente, incentrato sulla qualità dell'aria in città. Nel capoluogo partenopeo i limiti di Pm10 - polveri sottili - sono stati superati ben 16 volte dall'inizio del 2020. Peggio hanno fatto (con 18 superamenti) soltanto Frosinone, Milano, Padova, Torino e Treviso.
Dal rapporto emerge che l'emergenza smog è cronica nel Paese. In 26 dei 54 capoluoghi, il limite per Pm10 e O3 (Ozono) è stato superato per entrambi i parametri, ovvero rispettivamente 35 e 25 giorni nell'anno solare.

"L'ormai cronica emergenza smog - dice Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente - va affrontata in maniera efficace. Le deboli e sporadiche misure anti-smog, come il blocco del traffico adottato nei giorni scorsi a Roma e in diverse città della Penisola, sono solo interventi palliativi che permettono di contenere temporaneamente i danni sanitari, ma non producono effetti duraturi se non all'interno di interventi strutturali".

L'inquinamento atmosferico è al momento la più grande minaccia ambientale per la salute umana - spiega Legambiente - nonché la seconda più grande minaccia ambientale dopo il cambiamento climatico.

La Commissione europea ha messo in atto molte procedure di infrazione contro gli Stati membri, tra cui l'Italia, per il mancato rispetto dei limiti comunitari in tema di qualità dell'aria.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Sesso nel cimitero di Acerra: "Senza rispetto in un luogo di dolore"

  • Fedeli afragolesi senza parole: le nuvole formano l'immagine del volto di Gesù

  • Nela e la battaglia contro il cancro: "Quando arriva non ti lascia più. Ho pensato al suicidio"

  • Coronavirus, Benitez: "Mai visto niente di simile. Misuriamo la febbre due volte al giorno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento