rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Attualità

Napoli, niente più Maradona sulle maglie: il tribunale dà ragione agli eredi contro Stefano Ceci

Il giudice della sezione civile del tribunale partenopeo, Paolo Andrea Vassallo, ha stabilito l'inibitoria per la diffusione e l'utilizzazione dell'immagine di Maradona

Gli eredi di Diego Armando Maradona hanno vinto: il Napoli non potrà usare l'effige dell'asso argentino sulle sue maglie. Il contenzioso non era col club in realtà, che ha agito in buona fede, ma con Stefano Ceci, il quale da rappresentante legale della Diez Fze aveva ceduto i diritti per una cifra intorno ai 23mila euro al club di De Laurentiis.

Il giudice della sezione civile del tribunale partenopeo, Paolo Andrea Vassallo, ha stabilito l'inibitoria per la diffusione e l'utilizzazione dell'immagine di Maradona in qualunque forma. Il contratto stipulato da Ceci con il Napoli sarebbe stato "lesivo delle aspettative patrimoniali" degli eredi sull'immagine del Diez, "un simbolo planetario del calcio, riconosciuto e riconoscibile in tutto il mondo, il cui valore economico appare di notevole portata, quasi inestimabile". Nei confronti dell'imprenditore è stato anche autorizzato un sequestro cautelativo per 150mila euro.

Secondo quanto riportato da Repubblica, la commercializzazione delle magliette (ne sono state vendute 6mila) portò un ricavo lordo di circa 900mila euro, il 50% dei quali destinati al licenziante ma mai pervenuti agli eredi. I quali al tempo (era il 2020), notificarono immediatamente una diffida ritenendo indebito l'uso dell'effige di Diego.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoli, niente più Maradona sulle maglie: il tribunale dà ragione agli eredi contro Stefano Ceci

NapoliToday è in caricamento