menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comune di Napoli, 27esima edizione per il Maggio dei Monumenti: “Sarà flessibile e modulare”

Gli eventi si svolgeranno compatibilmente con i Dpcm in vigore e in ogni caso ottemperando a tutte le prescrizioni in vigore alla data dello svolgimento degli avvenimenti

Al Comune di Napoli si lavora alacremente per l’edizione 2021 del Maggio dei Monumenti, nonostante il Covid. Sono online, infatti, le manifestazioni di interesse per la 27esima edizione del tradizionale appuntamento culturale cittadino, a cura dell’Assessorato all'Istruzione, alla Cultura e al Turismo, volte a raccogliere proposte progettuali in termini di visite guidate e eventi, coinvolgendo il mondo dell’arte e della cultura e i cittadini per costruire un programma partecipato della storica manifestazione.

Palmieri: “Sarà un Maggio modulare e flessibile”

“’Gettasti i lenzuoli, apristi le finestre, ci riempimmo di stelle...’. Questi bellissimi versi del  poeta greco Ghiannis Ritsos ci hanno ispirato in questi giorni di intenso lavoro dedicato al Maggio dei Monumenti 2021 - spiega l’Assessora all’Istruzione, alla Cultura e al Turismo Annamaria Palmieri - . Un appuntamento, quello del Maggio, sempre molto atteso dai turisti che nel corso degli ultimi dieci anni erano aumentati esponenzialmente, e, anche se molte cose sono mutate in questi mesi di pandemia, invariata è rimasta l'urgenza di vivere la città e il suo immenso patrimonio storico artistico materiale e immateriale da parte dei cittadini. La delicatezza di questi versi di amore ci condurrà idealmente e fisicamente alla scoperta e riscoperta della bellezza della città e dei suoi talenti artistici, risvegliando la voglia di vedersi, di passeggiare, di ascoltare, di emozionarsi, in una piazza, nei vicoli, di fronte a un monumento, lungo una via, guardando oltre l'orizzonte che tanto si è stretto in questi mesi di chiusura e paura”.

E' ora di liberare i corpi dall'oppressione, 'di gettare i lenzuoli, di aprire le finestre, di riempirci di stelle'... di ricominciare ad avere gusto per la visione e il sogno, e,  leggeri, dopo tanto buio,  di farlo insieme, ritrovando il senso di comunità che la cultura di questa città così varia e multiforme da sempre alimenta. Le lingue di Napoli – prosegue l’Assessora - percorrono i cinque sensi e sono  da sempre percorse dal desiderio  di emancipazione e libertà: intrecciandosi, tra il sacro e il profano, la natura e l'artificio, il nuovissimo e l'antico, ci apriranno un varco oltre la tempesta’’.

Gli eventi si svolgeranno compatibilmente con i Dpcm in vigore e in ogni caso ottemperando a tutte le prescrizioni in vigore alla data dello svolgimento degli avvenimenti: ‘’Sarà un Maggio modulare, flessibile e costruito giorno per giorno – conclude la Palmieri - così come questi tempi difficili richiedono; una bella sfida, la mia prima come Assessore all'Istruzione, alla Cultura e al Turismo di questa città, che so saprà ancora una volta sorprendermi per entusiasmo e partecipazione’’.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento