Lunedì, 15 Luglio 2024

Un mondo d'amore arriva a Napoli con i colori e i profumi di Love Museum (Video e Foto)

Fino a 7 gennaio sarà a Palazzo Fondi la mostra immersiva più social che mai che declina sentimenti ed emozioni universali attraverso vari linguaggi

Che cos'è l'amor? canta Vinicio Caposella. E' universale ed è forse il sentimento che pone più dubbi, più domande ai quali nessuno ha una risposta oggettiva e obiettiva. Ognuno lo vive e lo interpreta a modo suo. C'è chi lo vive in base alle proprie esperienze di vita o chi non l'ha mai vissuto. Insomma ognuno sceglie che ruolo dargli o non dargli, fatto sta tutti lo vivono o lo sfiorano soltanto ma comunque fa da sfondo in formule diverse. Cogliendo questo mood nasce Love Museum, un format internazionale che Next Exhibition porta in Italia e sceglie Napoli come prima tappa di questa mostra immersiva che declina l'amore attraverso linguaggi diversi.

Palazzo Fondi è fino al 7 gennaio 2024 la casa della mostra più instagrammabile che esista in cui mette in gioco tutti i sensi dagli odori con profumi di petali di fiori a quelli più golosi che richiamano essenze di caramelle e cioccolato.

Le stanze dell'amore

Tra citazioni letterarie che vanno da Leopardi a Dante dove fluttuano le note dei Coldplay e dei Beatles Love Museum è strutturato in stanze che affronta vari modi in cui l'amore è vissuto: da quello per il cibo a quello per la famiglia; passando per quello unversale dell'amicizia a quello più ambiguo in cui innamoramento e attrazione fisica si confondono oppure l'amore è talmente aulico e puro da non essere peccato come la stanza We are not friends.

Scenari coloratissimi che faranno sognare i visitatori immergendoli in un’esperienza divertente e romantica, da condividere con chi si ama.

Da un tunnel di fiori rosa che avvolgerà il pubblico nei profumi della primavera alla sala del mistero “We are not friends…”, da un’altalena immersa nel verde tra farfalle coloratissime alla sala delle coccole e dei vizi, tra teiera con cioccolata calda, gelati e candies. E ancora un’enorme piscina in cui tuffarsi in un mare di palline colorate, la sala degli specchi dedicata all’amore per sé stessi e l’elegante vasca da bagno immersa in un trionfo di nuvole rosa, protagonista della grafica iconografica dell’esposizione.

Ogni dettaglio sarà fotografabile e condivisibile sui social, rendendo il visitatore protagonista dell’esposizione stessa: vieni, scatta, condividi e tagga!

Love Museum a Palazzo Fondi (Foto A. Fiorenzano)

La produzione internazionale è a cura di Next Exhibition che a Napoli si è avvalsa, per la creazione degli scenari, della collaborazione con Visual Sacs, storica famiglia napoletana di scenografi.

Oltre agli scenari interattivi, presente in mostra un’ampia sezione dedicata alle opere degli artisti contemporanei più famosi che hanno dedicato parte della propria produzione al tema dell’Amore, declinato in diverse cifre stilistiche. Da Britto a Lodola, da Fortuna a Nespolo, passando per Warhol e Banksy.

Una mostra social

Si vuole che Napoli sia coinvolta partecipando in prima persona a Love Museum doeve non mancano le riduzioni per gli studenti e per coloro che  viaggiano abitualmente in metropolitana.

Le persone sono totalmente partecipi negli allestimenti pensati per la tappa napoletana della mostra. Un’esplosione di colori e di divertimento adatta a tutta la famiglia. Ogni dettaglio sarà fotografabile e condivisibile sui social, rendendo il visitatore protagonista dell’esposizione stessa: vieni, scatta, condividi e tagga. Una mostra rigorosamente instragammabile.

Il format di Love Museum ha riscosso grande successo in tutto il mondo e ora arriva per la prima volta in Italia, facendo tappa in anteprima nella città di Napoli (che ha patrocinato l’iniziativa) riconosciuta sempre di più come città all’avanguardia per la cultura e le nuove tendenze. Non a caso presso Palazzo Fondi, progetto di rigenerazione urbana temporanea sviluppato e realizzato nel 2018 da Urban Value s.r.l insieme a Demanio e Comune di Napoli. Una location premiata nel 2021 tra le migliori di Italia e diventata in pochi anni di vita un luogo contemporaneo di produzione culturale; esempio virtuoso di collaborazione tra settore pubblico, privato, aziende, associazioni senza scopo di lucro e operatori culturali.

Per Urban Value che in cinque anni ha portato avanti a Palazzo Fondi progetti di successo, termina con Love Museum la sua esperienza di rigenerazione urbana temporanea a Palazzo Fondi restituendolo a Demanio, pronto a intraprendere con entusiasmo una nuova avventura bissando i risultati ottenuti nello storico palazzo.

Video popolari

NapoliToday è in caricamento