rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Attualità

"Lockdown" per non vaccinati, quarantena corta e Ffp2: le novità nel nuovo decreto

Il provvedimento deciso dal governo entrerà in vigore il prossimo 10 gennaio. Tutti i dettagli

La situazione Covid in drastico peggioramento in Campania come in tutto il paese ha portato il governo a varare un nuovo decreto legge, caratterizzato da quello che è stato comunemente definito come un "lockdown per i non vaccinati".

Dal 10 gennaio infatti sarà necessario praticamente per ogni tipo di attività il Green Pass rafforzato, cioè quello che viene rilasciato a vaccinati e guariti ma non a testati negativi. Rimane al momento escluso l’obbligo per tutti i lavoratori, che verrà valutato in un Consiglio dei ministri il 5 gennaio.

Ulteriori novità riguardano le regole sulla quarantena e la capienza delle strutture al chiuso e all'aperto, come gli stadi.

Green Pass rafforzato

La necessità del Green Pass rafforzato verrà applicata ad alberghi e strutture ricettive; feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose; sagre e fiere; centri congressi; servizi di ristorazione all’aperto; impianti di risalita con finalità turistico-commerciale anche se ubicati in comprensori sciistici; piscine, centri natatori, sport di squadra e centri benessere anche all’aperto; centro culturali, centro sociali e ricreativi per le attività all’aperto.

Inoltre il Green Pass rafforzato sarà necessario per l’accesso e l’utilizzo dei mezzi di trasporto compreso il trasporto pubblico locale o regionale.

È stato stabilito che dal 1 febbraio il Green pass rafforzato abbia validità per sei mesi dall’ultima somministrazione di vaccino o dal certificato che attesta la guarigione. Si tratta di una norma introdotta per consentire ai cittadini di prenotare il booster o il richiamo e mettersi così in regola, soprattutto evitando la sospensione della certificazione. Dall'1 febbraio chi non effettuerà booster o richiamo si vedrà sospeso il certificato verde, che non verrà "riconosciuto" dalla app C19.

Stop delle quarantene

Il decreto prevede anche che la quarantena precauzionale non si applichi più a coloro che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi se nei 120 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario o dalla guarigione, nonché dopo la somministrazione della dose di richiamo.

Per queste persone, fino al decimo giorno successivo all'ultima esposizione al caso, sarà obbligatorio indossare mascherine Ffp2 e effettuare se sintomatici un test antigenico rapido o molecolare al quinto giorno successivo all’ultima esposizione.

Capienze

Novità anche per eventi come quelli sportivi o musicali. Il decreto prevede che le capienze saranno consentite al massimo al 50% per gli impianti all’aperto e al 35% per gli impianti al chiuso. Un passo indietro sulle disposizioni attualmente in vigore, che avevano esteso al 75% il tetto massimo di spettatori ad esempio per le partite al Maradona.

Corsa alle Ffp2

Le mascherine chirurgiche, nelle intenzioni del governo, devono cedere sempre più il passo alle Ffp2. È già in vigore l’obbligo di indossare le mascherine anche quando ci si trova all’aperto, anche in zona bianca. Le Ffp2 sono obbligatorie invece a bordo di treni, aerei, navi, autobus, tram e metropolitane. Obbligatorietà di Ffp2 anche in occasione di spettacoli ed eventi sportivi anche all'aperto, così come in teatri, sale da concerto, cinema, locali di intrattenimento e musica dal vivo. Nei luoghi al chiuso tra questi, è vietato il consumo di cibi e bevande.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Lockdown" per non vaccinati, quarantena corta e Ffp2: le novità nel nuovo decreto

NapoliToday è in caricamento