Attualità

Crisi Whirlpool, lavoratori manifestano a Roma: "Abbiamo un sogno nel cuore, Napoli torna al lavoro"

Oggi una delegazione dei sindacati sarà ricevuta al Mise

Le lavoratrici e i lavoratori della Whirlpool di Napoli e di Carinaro sono arrivati questa mattina a Roma alla stazione Termini per chiedere il ritiro dei 332 licenziamenti. All'arrivo nella capitale gli operai dello stabilimento di via Argine hanno intonato alcuni cori, tra cui "Abbiamo un sogno nel cuore, Napoli torna al lavoro".

Successivamente i lavoratori sono giunti in corteo davanti alla sede del Mise, sulle note dell'inno di Mameli. Lì una delegazione dei sindacati sarà ricevuta quest'oggi per discutere della crisi. 

Con loro anche il segretario di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni: "Al fianco dei lavoratori Whirpool davanti al Mise. Sblocco licenziamenti scelta governo fra le peggiori. E servono norme contro delocalizzazioni multinazionali che sono ormai una vera e propria rapina", scrive il politico sui social.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi Whirlpool, lavoratori manifestano a Roma: "Abbiamo un sogno nel cuore, Napoli torna al lavoro"

NapoliToday è in caricamento