rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Attualità Ottaviano

La Madonna ferita di Batnaya dall'Iraq a San Gennarello di Ottaviano

Il suo pellegrinaggio riprenderà il 28 maggio

La Madonna ferita di Batnaya, in Iraq, è stata accolta dalla comunità parrocchiale di San Gennaro Vescovo e Martire, a San Gennarello di Ottaviano.

La statua, sfregiata del 2014, durante gli attacchi alla Piana di Ninive, nel Nord dell’Iraq, è un simbolo delle atrocità di quella guerra e più in generale di tutti i conflitti ed è giunta in Italia nell'ambito delle iniziative di Aiuto alla Chiesa che soffre, fondazione pontificia che sostiene i cristiani perseguitati nel mondo.

Il programma

Mercoledì 24 maggio, nel giorno della festa di Maria SS. Ausiliatrice, la parrocchia ospitante si ritroverà insieme alle Comunità Parrocchiali del VII decanato (Ottaviano, San Giuseppe Vesuviano e Terzigno) per recitare il Rosario.

Giovedì 25, dopo la messa serale, ci sarà un incontro con Padre Jalal Yako, sacerdote iracheno originario di Qaraqosh nella Piana di Ninive, che porterà la sua esperienza e parlerà della dolorosa persecuzione in Iraq.

Batnaya

Batnaya, da cui proviene la statua, si trova a circa 24 km da Mosul ed è stata una delle aree attaccate più pesantemente dai fondamentalisti islamici ormai quasi 10 anni fa: due terzi delle abitazioni e oltre 300 tra chiese, cimiteri e monasteri cristiani vennero completamente distrutti. Messali e bibbie furono incendiati e icone e statue vandalizzate, spesso decapitate, e usate per il tiro al bersaglio. In molti casi le comunità cristiane hanno scelto di lasciare i segni delle profanazioni, come monito della loro resistenza alla persecuzione e della forza della loro fede.

“Maggio tradizionalmente dedicato alla Madonna, si arricchisce di un segno importante per la nostra Comunità di San Gennarello. Accogliere questa immagine sfigurata dalla violenza è un’occasione unica. Come comunità che porta il nome di un martire, infatti, abbiamo il dovere di sentirci vicini ai cristiani in Iraq e a quanti in ogni parte del mondo sono ancora oggi perseguitati perché cristiani” spiega il parroco don Raffaele Rianna.

La statua di Batnaya ripartirà il prossimo 28 maggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Madonna ferita di Batnaya dall'Iraq a San Gennarello di Ottaviano

NapoliToday è in caricamento