Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Jovanotti prende il cellulare di un fan napoletano e gira un video-selfie sul palco

 

Lorenzo Jovanotti ha raccolto il suo smartphone sul palco e ha girato un video-selfie sulle note di "Mezzogiorno", mentre si esibiva sabato sera sul palco del PalaSele di Eboli.

Sul web si è aperta subito la caccia al fortunato fan del cantautore toscano. Si tratta di un avvocato napoletano, Mario Gialanella, che ha raccontato ai microfoni di NapoliToday le emozioni vissute durante il concerto.

"Innanzitutto devo partire da un precedente, che risale al 1994: avevo 13 anni e andai a vedere per la prima volta dal vivo Jovanotti al Palamaggiò di Caserta. Durante il concerto gli lanciai un cappellino nero a cui tenevo tantissimo, lui lo prese e se lo mise in testa. A distanza di 24 anni la storia si è ripetuta sabato sera. Ero in transenna dopo ore di attesa ed un caldo mostruoso per godermi da vicino il grande spettacolo che poi è stato. A metà concerto chiedo alla mia amica di sempre Marina di cedermi per un po’ il posto in transenna perché avevo una cosa in mente, ma non le dico cosa. Arriva il momento di “Mezzogiorno”, una delle mie canzoni preferite, e disattivo il blocco tasti e il touch del cellulare, e imposto la fotocamera in modalità video-selfie. Al passaggio di Lorenzo, gli lancio il cellulare sulla gamba (non mi importava se si fosse sfasciato). Lui se ne accorge subito, ma un addetto alla sicurezza lo prende e cerca di restituirmelo. Lorenzo resta lì’ un po’ interdetto, ma io dico all'addetto di darglielo. Jovanotti allora prende il cellulare e comincia la magia", racconta entusiasta il fan napoletano del cantautore.

"E’ stata un’emozione pazzesca, bellissima e indescrivibile - conclude l'avvocato Mario Gialanella - . Dopo Lorenzo mi ha restituito lo smartphone, ma io non ho voluto guardare se il video fosse venuto o meno. Solo alla fine del concerto l'ho visto e mi è venuta la pelle d'oca. Solo Jovanotti è capace di dare energie ed emozioni del genere".

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento