Attualità Portici

Istituto cancella seconda classe: studenti costretti a cambiare scuola

Il Carlo Levi di Portici non avrebbe avuto l'autorizzazione per continuare il percorso con otto ragazzi. Insorgono i genitori

Troppo pochi per formare una classe seconda e così gli studenti dell'Istituto superiore Carlo Levi di Portici starebbero per ritrovarsi senza scuola. La denuncia arriva dalle famiglie colpite dalla decisione.

"Durante il primo anno - scirvono i genitori in una nota - la classe formata da soli 8 alunni non ha avuto problemi e anzi, il corpo docente aveva rassicurato le famiglie degli studenti facendo presente che dato il numero esiguo avrebbero lavorato meglio rispetto ad una classe numerosa".

In data 3 agosto 2021, però, la scuola avrebbe inviato una mail ai genitori per avvisare che la classe non può formarsi. La motivazione sarebbe che l'Ufficio scolastico territoriale di Napoli non avrebbe dato l'organico di diritto, invitando gli alunni a cambiare indirizzo oppure, addirittura, scuol.

In merito alla questione interviene una madre di uno degli alunni rimasti senza classe, che ricostruisce passo dopo passo l’intera vicenda.

"L'indirizzo di scienze applicate - spiega una madre - ha la particolarità, per i primi due anni, di avere 2 ore in più a settimana, per lo studio di una seconda in cui i ragazzi fanno una seconda lingua straniera: lo spagnolo. E' per questo che gli studenti si sono iscritti. Le scuole del territorio vesuviano munite di sezioni di scienze applicate sono stracolme e non accetterebbero mai otto alunni. Abbiamo scritto all'Ufficio scolastico regionale, ma non abbiamo avuto alcuna risposta”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istituto cancella seconda classe: studenti costretti a cambiare scuola

NapoliToday è in caricamento