Attualità

Green pass e prima dose, come ottenerlo e quando si può scaricare

Il decreto del governo prevede un'attesa di 14 giorni dall'inoculazione, giorni durante i quali sarà possibile avere comunque il certificato provvisorio per coloro che hanno fatto un tampone nelle precedenti 48 ore

Mentre proseguono le polemiche sulla sua liceità, e iniziano a fioccare le multe per gli esercenti che non controllano la clientela, il Green pass continua ad essere oggetto di fraintendimenti.

Il primo su tutti riguarda una sua generale associazione da parte delle persone al completamento del ciclo vaccinale. In realtà, non è necessario avere due dosi di vaccino per ottenere il certificato verde, anzi questo è già valido dopo 14 giorni dalla prima dose.

Il decreto del governo prevede anche la possibilità di un green pass "temporaneo" per chi non si è vaccinato neanche con la prima dose: basta sottoporsi a tampone – e risultare negativo – nelle 48 ore precedenti l’attività che si vuole svolgere.

Come scaricare il Green pass

In molti, dopo la prima dose, hanno in questi giorni provato a scaricare la certificazione verde dal sito del Ministero della Salute ma senza riusscirci. Questo perché bisogna attendere la scadenza dei 14 giorni e solo a quel punto ripetere la procedura. Dopo la prima dose dovrebbe arrivare un sms con l’authcode che consente di accedere al sito, ma a chi non ha ricevuto l’sms basterà collegarsi a questo link, e potrà scaricare il certificato avendo a disposizione semplicemente la propria tessera sanitaria.

Quando serve il green pass

Dallo scorso 6 agosto il Green pass è obbligatorio per le seguenti attività.

  • spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in “zona rossa” o “zona arancione”"
  • partecipare a feste per cerimonie civili e religiose
  • accedere a residenze sanitarie assistenziali o altre strutture
  • accedere a servizi di ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per il consumo al tavolo, al chiuso
  • accedere spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi ,musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre
  • accedere a piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso
  • accedere a sagre e fiere, convegni e congressi
  • accedere a centri termali, parchi tematici e di divertimento
  • entrare in centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, compresi i centri estivi, e le relative attività di ristorazione
  • entrare in attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò
  • partecipare a concorsi pubblici

Quando non serve il Green pass

Non è necessario avere un Green pass per i minori di 12 anni. Chi torna dall’estero e ha più di 6 anni dovrà però fare un tampone.

Ulteriori novità dal 1 settembre

Dal prossimo 1 settembre scatterà l'obbligo di Green pass per i mezzi di trasporto a lunga percorrenza. Fino ad allora – per rotte interne – si può salire a bordo di navi, aerei e treni senza certificato verde.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass e prima dose, come ottenerlo e quando si può scaricare

NapoliToday è in caricamento