Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da Napoli l'appello al mondo per l'eliminazione dei rifiuti

 

Saranno 150 i Paesi che il 15 settembre 2018 saranno coinvolti nel Clean up day, il primo esperimento di riqualificazione ambientale condivisa a livello planetario. Associazioni, movimenti, privati cittadini si stanno unendo in diverse città del globo ed è da Napoli che il presidente di Let's Do It Italia chiama a raccolta i cittadini. 

"Il nostro obiettivo è coinvolgere a Napoli, come nel resto d'Italia, il 5 per cento della popolazione coinvolta - annuncia Vincenzo Capasso - Saranno organizzate una serie di iniziative di pulizia e raccolta rifiuti. Per esempio, a Napoli stiamo preparando un'azione di pulizia dei fondali marini. La salute pubblica peggiora la salute pubblica, l'aria, l'acqua. Per questo motivo, serve che la cittadinanza sia consapevole e che faccia la sua parte per questa emergenza". 

A licello locale, Clean up ha già realizzato diverse azioni del genere: a Portici, Torre Annunziata, Miseo. "La sfida - conclude Capasso - è quello di rendere queste iniziative locali un'unica grande iniziativa mondiale". Finora, già 17 milioni di persone hanno aderito al movimento globale, ripulendo oltre 500.000 tonnellate di immondizia in tutto il mondo. Al World Clena up Day hanno aderito anche importanti soggetti privati, come Decathlon, e associazioni come Legambiente e Amesci. All'evento è stato invitato anche il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento