rotate-mobile
Attualità

Ve lo ricordate? Ecco come è diventato lo scugnizzo dei film di Alessandro Siani

Molto amato e apprezzato

Tra i protagonisti della storica fiction di Rai1, “Il Commissario Ricciardi’ con Lino Guanciale, c’è anche il giovane attore Gennaro Guazzo. In onda per la seconda stagione, dal 6 marzo, per quattro puntate, Alfredo Luigi Ricciardi - nato dallo scrittore di romanzi Maurizio de Giovanni - compie nuove indagini nella Napoli degli Anni 30, in pieno regime fascista, con una particolarità ereditata dalla mamma, quella di vedere i fantasmi delle persone morte, in modo violento, ascoltandone l'ultimo pensiero.
Guazzo recita il ruolo di un giovane a capo di una banda di ladri che vuole acquisire nel proprio gruppo anche il figlio di Antonio Milo, nella serie il braccio destro commissario.

Siamo stati abituati a vedere Gennaro in ruoli comici, anche se a teatro spesso interpreta ruoli drammatici.
Lo ricordiamo in “Troppo Napoletano”, il film di Alessandro Siani, con Serena Rossi, Luigi Esposito, Rosario Morra, Giorgia Agata; “Si accettano miracoli”, diretto da Alessandro Siani, con Alessandro Siani, Fabio De Luigi, Serena Autieri, Ana Caterina Morariu, Giovanni Esposito, Giacomo Rizzo. Ed ancora “Con tutto il cuore”, diretto da Vincenzo Salemme, con Vincenzo Salemme e Serena Autieri; “Benvenuti in casa Esposito”, diretto da Gianluca Ansanelli, con Giovanni Esposito, Antonia Truppo, Francesco Di Leva, Nunzia Schiano e Salvatore Misticone e “Caccia al tesoro”, co-scritto e diretto da Carlo Vanzina, con Vincenzo Salemme, Carlo Buccirosso, Christiane Filangieri, Serena Rossi, Max Tortora.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ve lo ricordate? Ecco come è diventato lo scugnizzo dei film di Alessandro Siani

NapoliToday è in caricamento