Dalla Svizzera a Napoli per imparare l'italiano: la storia di Gemma

Una diciassettenne elevetica ha deciso di studiare la nostra lingua presso l’Istituto Mario Pagano di Napoli

È iniziata da poco l’avventura di Gemma, diciassettenne svizzera che ha deciso di studiare la nostra lingua presso l’Istituto Mario Pagano di Napoli, vivendo con una famiglia italiana. La ragazza partecipa al programma ospitalità di WEP, l’organizzazione internazionale che si occupa di scambi culturali e linguistici nel mondo.

Gemma, che ha scelto l’Italia per vivere un’esperienza di formazione all’estero, racconta: “È sempre stato un grande sogno per me, di passare un anno nel Sud dell’Italia. Perché proprio l’Italia? Da mio padre Mirco ho ereditato la grande passione per la cultura e la cucina italiana. I miei primi ricordi dell’Italia sono le vacanze passate dai parenti nel Veneto o ad Alife, una piccola città in provincia Caserta. Uno dei miei obiettivi è migliorare le mie conoscenze della lingua e di scoprire la cultura italiana dal calore di una famiglia. In particolare, è il mio grande sogno conoscere l’Italia facendo parte della società e non da turista. Gli effetti della pandemia nel mio paese? Da marzo fino a giugno non siamo andati a scuola e abbiamo studiato con video lezioni e molti compiti. Sorprendentemente, questo ha funzionato abbastanza bene. Per fortuna in Svizzera non è stato mai così grave come in Italia, perché noi potevamo sempre uscire di casa”.

Dopo questo primo periodo in Italia, Gemma ha potuto conoscere meglio la famiglia che la sta ospitando: “Sono a Napoli da esattamente un mese. Penso di essere molto fortunata con la mia famiglia ospitante qui a Napoli. Tutti sono molto cordiali e mi fanno già sentire a casa qui. Ho anche la fortuna di avere un fratello e due sorelle che hanno tutti quasi la mia età e che spesso mi portano agli incontri con i loro amici”.

Il progetto ospitalità di WEP prevede la possibilità, per uno studente straniero, di soggiornare nel nostro paese sino ad un anno, allo scopo di imparare, frequentando regolarmente un istituto superiore, la lingua italiana e vivendo a stretto contatto con una famiglia del posto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, quali sono i sintomi spia e cosa tenere in casa: risponde il medico di base

  • Tutto sulla dieta che ha restituito a Fiorello la sua forma smagliante

  • Fuga d'amore a Dubai per Tony e Tina Colombo: le foto bollenti

  • Cade dal balcone di casa: 40enne trasportata in gravi condizioni in ospedale

  • Paura a Scampia, esplosione in un appartamento: fiamme devastano abitazione

  • Il Tar boccia il ricorso contro l'ordinanza regionale: le scuole restano chiuse

Torna su
NapoliToday è in caricamento