rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022

Il museo che racconta la storia di Napoli tra ologrammi e reperti

Nelle scuderie di Palazzo Reale nasce La Galleria del Tempo, un percorso multimediale che ripercorre i 2500 anni della città tra manufatti, proiezioni e testi

Un viaggio nei 2.500 anni di Napoli. Si può definire così "La Galleria del Tempo", il museo che racconta la storia della città attraverso reperti archeologici, ologrammi, proiezioni e testi. Lo spazio museale è stato ricavato dalle rinate scuderie di Palazzo Reale ristrutturate e tornate ad antico splendore. Il visitatore, oltre a camminare in un luogo storico di per sè, potrà ammirare le iscrizioni sui giochi solimpici ritrovati negli scavi della metropolitana ma anche gli ologrammi di importanti artisti come Simone Martini e Giovanni Boccaccio che raccontano il loro rapporto con la città. 

In un continuo alternarsi tra passato e presente, sarà possibile trovarsi di fronte a ricostruzioni della Napoli medioevale o addentrarsi in un tour virtuale dei vicoli prtenopei ai giorni nostri tra le urla dei pescivendoli e gli scugnizzi che giocano a calcio. L'esposizione permanente è stata inaugurata oggi, 21 dicembre, alla presenza del sindaco Gaetano Manfredi, del direttore Mario Epifani e di Massimo Osanna, direttore generale dei musei per il Ministero della Cultura. 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Il museo che racconta la storia di Napoli tra ologrammi e reperti

NapoliToday è in caricamento