Attualità

Fondi europei di coesione: la Campania e Napoli tra i maggiori beneficiari

Presente anche la Federico II, il parco archeologico di Pompei e Sviluppo Campania. La classifica dei top 50 in Italia

La Regione Campania è al secondo posto in Italia nella classifica dei top 50 beneficiari effettivi dei fondi europei di coesione per il periodo 2014-2020. Lo studio realizzato dall'Unione Europea ha reso nota la classifica di tutti i maggiori beneficiari pubblici e privati dei fondi. Nel rapporto “Annex 9. The Largest 50 Beneficiaries in each EU Member State of CAP and Cohesion Funds” l'ente regionale figura come seconda dietro solo a Rete Ferroviaria Italiana. Palazzo Santa Lucia, secondo il rapporto, ha potuto godere dell'assegnazione di 827.255.462 euro, una cifra seconda solo all'oltre un miliardo e duecentomila euro riservati a Rfi. La Regione Campania risulta comunque essere in testa alla classifica delle regioni e beneficiaria di più fondi rispetto al ministero dello Sviluppo economico. La segue al quarto posto generale la Regione Calabria con 567.383.746 euro. 

Napoli primo tra i Comuni 

Anche il Comune di Napoli risulta essere in testa alla speciale classifica della sua categoria. Palazzo San Giacomo risulta all'ottavo posto in classifica generale con 355.727.630 euro. Primo tra i Comuni italiani e con attribuzioni superiori a intere regioni come Sicilia, Puglia, Lombardia, Lazio o enti come l'Inps. Il Comune più vicino in classifica è Firenze che si attesta al 18esimo posto generale con 123.220.023 euro. 

Al 25esimo posto figura anche la Federico II con 105 279 020 euro. Presente anche il parco archeologico di Pompei con un finanziamento di 60.290.195 euro al 43esimo posto. Poco più in basso, al 45esimo posto risulta Sviluppo Campania con 59.575.194 euro 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi europei di coesione: la Campania e Napoli tra i maggiori beneficiari

NapoliToday è in caricamento