rotate-mobile
Attualità

A un passo dal matrimonio fidanzati da 9 anni trovano la fede: diventano prete e suora

Paola e Angelo, napoletani, ora sono suor Maria Giuseppina e don Angelo. La loro storia, raccontata dal prete al quotidiano L'Avvenire

Fidanzati da nove anni, Angelo e Paola dovevano sposarsi. Poi è arrivata la "chiamata" e il loro matrimonio è stato con Dio: lei è diventata suora di clausura, lui sacerdote.

Sono napoletani i due protagonisti della vicenda raccontata da L'Avvenire. A parlare al quotidiano è lui, don Angelo Ragosta, ordinato sacerdote nel 2013. "I nostri anni di fidanzamento – spiega – sono passati in fretta, fino al giorno in cui in parrocchia, vicino a casa di Paola, è arrivato il giovane vice curato don Michele Madonna che ci ha fatto incontrare 'Gesù vivo'. Ripeteva sempre: 'ragazzi, chiedete a Dio cosa ha pensato per voi, qual è il suo sogno su ciascuno di voi'".

Angelo e Paola si erano innamorati a 16 anni, ne avevano trascorsi 9 insieme. Volevano comprare una casa e sposarsi, e le nozze erano già programmate con lei che stava per laurearsi in Economia.
"Con la Cresima – prosegue il sacerdote – si è capovolto tutto per me. Continuavo la mia vita lavorando come elettricista industriale, ma nel cuore diventavo sempre più inquieto. Avevo uno stipendio, uscivo con amici e amiche, eppure tutto era insapore e sembrava non bastarmi. Avevo tutto, ma non ero felice".

Avevano trovato casa, poi tutto è finito. Angelo venne lasciato una prima volta. "Andammo al convegno del Rinnovamento nello Spirito Santo a Rimini e Dio fece capire a Paola che la voleva sua, ma lei non riusciva ad accettarlo. Mi lasciò una prima volta a maggio. Dopo poco ci rimettemmo insieme poiché lei non riusciva a dire il suo 'sì' al Signore". Arrivò ottobre, e la loro storia giunse definitivamente al capolinea.

Il 21 aprile hanno festeggiato i loro primi dieci anni di matrimonio con Dio. Adesso sono don Angelo Ragosta, impegnato a svolgere il servizio pastorale alle comunità italiane in Germania, e suor Maria Giuseppina dell'Amore incarnato, monaca di clausura, carmelitana scalza a Napoli. Sono ancora in rapporti. "Ogni volta che sono a Napoli passo al monastero da lei, suor Maria Giuseppina. La storia non è poi così cambiata: da fidanzati mi beccavo le ramanzine. Me le continuo a beccare pure da prete!", conclude lui.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A un passo dal matrimonio fidanzati da 9 anni trovano la fede: diventano prete e suora

NapoliToday è in caricamento