Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità

Carne di cane, festival in Cina. Gli animalisti napoletani in piazza: "Boicottiamo i prodotti cinesi"

Si avvicina l'appuntamento col tristemente noto festival di Yulin e il Partito Animalista organizza una manifestazione di protesta a Napoli

COMUNICATO STAMPA: Festival di Yulin in Cina, il Partito Animalista Italiano annuncia il Boicottaggio degli Animalisti ai Prodotti Cinesi. Manifestazione a Napoli il 29 Giugno 2023

Si avvicina il Festival Yulin in Cina, e gli animalisti annunciano una manifestazione a Napoli per il prossimo 28 giugno.

"Dopo che, nuovamente, a nulla sono servite petizioni, proteste di noti artisti e manifestazioni di piazza e visto, da pochi giorni, l'inizio del Festival Yulin, il Partito Animalista Italiano propone ancora iniziative più clamorose chiedendo l'incontro con l'Ambasciatore Cinese. In particolare viene annunciato il Boicottaggio degli Animalisti ai Prodotti Cinesi sino al primo luglio, e cioè sino alla fine del festival cinese", scrivono.

Si tratta del "festival della carne di cane" che si svolge in una città della Cina sudorientale. "Il festival è divenuto tristemente famoso anche per noti reportage televisivi e a nulla, appunto, sono servite le proteste internazionali, né le rassicurazioni del Governo cinese sulla fine futura del festival - scrivono gli animalisti - Il Partito Animalista Italiano ha quindi incominciato iniziative più clamorose per far tornare alla cronaca le mattanze che stanno avvenendo in Cina".

“Riteniamo che i consumatori abbiamo un potere enorme – sostiene l'avvocato Cristiano Ceriello Presidente del Partito Animalista Italiano – ed è spesso con l'influenza dei consumatori quale gruppo, singolo dopo singolo, che si riescono a smuovere multinazionali, le economie e la politica di una Nazione. Amiamo la Cina ed i cinesi per la loro cultura, ma è arrivato il momento di incominciare azioni forti per tutta la durata del festival di Yulin, chiedendo la fine di questo tremendo evento che ogni anno uccide migliaia di animali innocenti”.

"È per questo che oltre ad invitare i nostri simpatizzanti a scrivere alla mail dell'ambasciata, riportando due semplici parole: “Stop Yulin”, proponiamo a tutti gli animalisti italiani di boicottare i prodotti e negozi cinesi, almeno sino al primo luglio (data in cui finirà il Festival di Yulin). O almeno sino a quando l'Ambasciatore non ci riceverà per sentire le nostre ragioni", vanno avanti gli animalisti.

Intanto Partito Animalista e altre associazioni preparano la manifestazione. L'appuntamento è a piazza Garibaldi giovedì prossimo, 29 giugno, alle 16.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carne di cane, festival in Cina. Gli animalisti napoletani in piazza: "Boicottiamo i prodotti cinesi"
NapoliToday è in caricamento