rotate-mobile
Attualità

Scarpetta incanta con Carosone e conquista il grande pubblico

L'omaggio al cantautore e musicista partecopeo è andato in onda ieri, in prima serata

C'era grande attesa per il film "Carosello Carosone", andato in onda ieri sera su Rai1, e le aspettative non sono state deluse. L'affascinante storia del cantautore e musicista partenopeo è stata un'ottima base di partenza, ma la vera ciliegina sulla torta è stata la magistrale interpretazione del protagonista Eduardo Scarpetta.

Un nome, una garaznzia, quello di Scarpetta, trisnipote dell'omonimo commediografo autore di pietre miliari del teatro. Scarpetta, classe '93, nel mondo della recitazione da quando aveva solo 9 anni, è stato capace non solo di raccontare la vita di Carosone , ma di far "entrare" nella stessa i telespettatori.

scarpetta carosone 3-2

"Rispetto, umiltà e impegno"

Un'interpretazione da manuale che, però, non ha mai eclissato la figura di Carosone artista e uomo: innamorato della musica, della vita e della famiglia. Nell'intervista a NapoliToday, rilasciata alla vigilia della messa in onda del film, Scarpetta ha raccontato di affrontare il proprio lavoro con "rispetto, umiltà e impegno" e il risultato finale lo ha dimostrato a pieno, anche grazie al grande studio svolto durante la preparazione del film.

Scarpetta veste i panni di Carosone: l'intervista

Non è un cantante, ma è stato perfetto nel canto e in tutti quei giochi vocali tipici di Carosone; non è un musicista, ma è stato capace di replicare al meglio la "nascita" al piano di brani celebri come Maruzzella, Tu vuò fa' l'Americano e Caravan petrol. Il tutto sotto l'occhio vigile di Ciro Caravano, fondatore e voce storica dei Neri per Caso.

scarpetta carosone 2-2-2

Una squadra vincente

Una nota di merito va anche a Vincenzo Nemolato, interprete di un personaggio complesso - nella sua geniale follia - come Gegè Di Giacomo; a Ludovica Martino, che ha vestito i panni della moglie di Carosone, Lita Levidi; al regista Lucio Pellegrini, capace di mettere insieme un cast di giovani attori di grande talento. Da 10 e lode le musiche di Stefano Bollani.

Il film di ieri voleva essere un omaggio a Carosone a venti dalla sua morte. Un omaggio, a nostro modesto parere, più che riuscito. Il grande Renato da lassù, ne siamo convinti,  avrà applaudito soddisfatto e divertito il giovane Scarpetta, così come orgoglioso lo avrà applaudito il padre Mario che lo ha lasciato quando aveva solo 11 anni. A noi resta solo da dire: Chapeau.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarpetta incanta con Carosone e conquista il grande pubblico

NapoliToday è in caricamento