rotate-mobile
Attualità

Dpcm, de Magistris: "Si è passati dalla pandemia al pandemonio"

Il sindaco critica duramente le ultime esternazioni di Giuseppe Conte

Si dice "sconcertato" il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, a proposito delle modalità di comunicazione che hanno accompagnato il nuovo Dpcm. "Nella migliore delle ipotesi - spiega in un'intervista a La Stampa - c'è stata molta approssimazione dal punto di vista della comunicazione".

"Le parole di Conte hanno avuto un effetto devastante, siamo passati dalla pandemia al pandemonio. Senza contare che questi coprifuoco settoriali sono inattuabili - spiega il primo cittadino - All'inizio ho pensato a un errore, per stanchezza o mancanza di lucidità. Ma poi il presidente dell'Anci Antonio Decaro ci ha spiegato di non essere stato consultato sul punto, nonostante le tante riunioni fatte con il governo. E questo è grave, perché vuol dire che è definendo le stata una mossa ragionata, per lasciare noi sindaci con il cerino in mano, come già successo altre volte durante questa emergenza sanitaria".

Nel concreto il Dpcm non ha cambiato i poteri dei sindaci. "Di fatto nulla di nuovo, si ribadisce quello che già avviene, le riunioni del Comitato per l'ordine pubblico servono anche a questo. A maggior ragione è stato sbagliato quel messaggio, ansiogeno e lacerante, che rischia di acuire le tensioni sociali: i ragazzi additati come untori, le persone che si lamentano degli assembramenti, i commercianti che vedono la loro attività in crisi. E in quel modo inviti a tutti a rivolgersi al sindaco e con la polizia municipale siamo sempre in difficoltà, non abbiam risorse per assumere nuovo personale".

"Ma il punto - conclude il Sindaco - è che chiudere una piazza non è la soluzione, perché la gente si sposterà in un'altra piazza vicina, come in un grande e inutile gioco dell'oca. Siamo qui a parlare di questo perché alla fine nel Dpcm c'era poco altro".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dpcm, de Magistris: "Si è passati dalla pandemia al pandemonio"

NapoliToday è in caricamento