rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Attualità

Divieto di stendere i panni sui balconi, polemiche: "Antichissimo rito. Rappresenta l'anima di Napoli"

Il Comune vorrebbe vietare tale pratica di uso comune in città, in particolare quando provoca il fastidioso "sgocciolamento" in strada

Sta destando polemiche il possibile inserimento nel regolamento del Comune di Napoli di vietare di stendere i panni sui balconi, se provocano "gocciolamento". La nuova norma sul decoro, in esame in Giunta comunale e che dovrà poi passare dinnanzi al Consiglio Comunale, non è stata però ben accolta da coloro che vedono nello stendere i panni sui balconi in città una tradizione immortalata da sempre in film e in serie tv, che caratterizza proprio la città. Peraltro nella scure del regolamento potrebbe essere inserito anche il divieto di giocare a pallone in strada.

De Magistris: "Professore Manfredi, lei Napoli non la conosce e non la sente nel cuore e nell’anima"

"Il sindaco che non c’è finalmente batte un colpo: vieta di stendere i panni sui balconi e le finestre di Napoli e vieta di giocare a pallone. Questa è la sua visione di città. Ma Manfredi è o’ ver’ o ci fa ? “ Lo afferma Luigi de Magistris “Dopo il flop movida, le mazzate ai commercianti e ai giovani, se la prende pure con i panni stesi e con il pallone, nella città degli scugnizzi e di Maradona. La verità è che Napoli non gli va giù, così come al suo capo politico De Luca. Sempre peggio sta andando professore Manfredi, Lei Napoli non la conosce e non la sente nel cuore e nell’anima. Si vede, basta guardarla in faccia", prosegue l’ex Sindaco di Napoli “Napoli è un pezzo grande del cuore, non è una poltrona da scaldare per mettersi a posto il portafoglio e la famiglia con la quadruplicazione dello stipendio e gestire nelle stanze del compromesso morale e politico il malloppo dello scandaloso patto per Napoli. Giù la maschera professore, la verità amara è che Lei non è napoletano e non lo vuole nemmeno essere.” conclude de Magistris.

"Antichissimo rito"

Leggo che il Comune di Napoli impedirebbe, dal 1 luglio 2022, di stendere i panni dai balconi esterni delle abitazioni. La Bellezza di questo antichissimo "rito", che si svolge tra i bassi e i piani alti dei quartieri più popolari é fortemente apprezzato in tutto il mondo ed è la cifra "stilistica" più interessante che ritroviamo nei vicoli e vicoletti partenopei. Pasolini, De Sica, Totò, Sorrentino, Martone, Lina Wertmüller, Ozpetek e tantissimi altri registi e fotografi, hanno immortalato questi luoghi di umana socialità.Fermatevi, lo scrivo come Consigliere della seconda municipalità di Napoli, mi opporrò con tutti gli strumenti istituzionali possibili a questa sciagurata smemorizzazione dei n ostri straordinari luoghi", è il commento del consigliere comunale Pino De Stasio.

"Divieto offensivo"

"Il divieto di stendere i panni ai balconi proposto dalla Giunta Comunale è offensivo.... quantomeno. Potrei trovare una logica solo se fossero tutti soci di una fabbrica di asciugatrici. Ma che priorità puoi mai essere, con tutti i problemi che ci sono in città, mi chiedo come possa venire in mente di fare questa proposta", denuncia Francesco Chirico, ex presidente della Municipalità II.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Divieto di stendere i panni sui balconi, polemiche: "Antichissimo rito. Rappresenta l'anima di Napoli"

NapoliToday è in caricamento