De Luca cita lo studio che gli dà ragione: "Stop alla didattica in presenza efficace contro il Covid"

Il governatore ha postato sui social uno studio dell'Università di Edimburgo pubblicato sulla rivista 'The Lancet'. I dettagli

Uno studio dell'Università di Edimburgo, pubblicato sulla rivista 'The Lancet', dimostrerebbe l'importanza delle misure di contenimento "non farmaceutiche" per arginare il contagio da Coronavirus. Lo ha postato, sulla sua pagina Facebook, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, che ha così difeso la scelta di bloccare la didattica in presenza.

"In tutti e 131 i Paesi monitorati le misure di contenimento del Covid-19 non farmaceutiche (distanziamento, chiusura dei luoghi pubblici ecc.) sono risultate fondamentali per ridurre i contagi. Non appena sono state allentate queste misure – ha scritto il governatore – i contagi sono ripresi a salire in maniera preoccupante quasi ovunque. Sapete quali sono le due misure non farmaceutiche di gran lunga più efficaci per il contenimento del COVID-19 secondo questa ricerca? Divieto di eventi/assembramenti con più di dieci persone e lo stop alla didattica in presenza nelle scuole".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Covid-19 e polmonite interstiziale, quando l’infezione colpisce i polmoni: l’intervista allo pneumologo

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

Torna su
NapoliToday è in caricamento