rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Attualità San Giuseppe / Piazza San Domenico Maggiore

Università a pezzi, crolla l'aula Mura Greche di Palazzo Corigliano: la denuncia degli studenti

Assemblea studentesca su quanto accaduto nello storico edificio universitario

Il Collettivo Autorganizzato Universitario (CAU) ha indetto un’assemblea pubblica per domani alle 15 presso Palazzoa Corigliano. A seguito della recente allerta meteo, diversi sono stati i cedimenti strutturali e i crolli legati alle strutture universitarie della città di Napoli. "Ciononostante, pare che la questione sia passata “in sordina”, nella totale indifferenza dell’amministrazione delle Università napoletane, dell’amministrazione locale e del governo Meloni - scrivono gli studenti - Il Collettivo Autorganizzato Universitario vuole denunciare il crollo dell’aula Mura Greche di Palazzo Corigliano. Si tratta di un crollo “fantasma” perché la notizia è stata resa pubblica solo attraverso un avviso sul sito dell’Università, dove si invitavano gli studenti a seguire le lezioni online, dichiarando soltanto che l’aula era inagibile, senza chiarine il motivo. A cedere è stata la controsoffittatura immediatamente al di sopra dei posti a sedere. Il fatto è successo lo scorso sabato, in un momento in cui gli studenti e le studentesse che seguono i corsi non c’erano".

"Rendendo noto il crollo dell’aula Mura greche, il CAU vuole evidenziare che la vera causa di questi incidenti è la totale assenza di manutenzione e di monitoraggio, non solo delle sedi universitarie, ma anche di quelle scolastiche e sanitarie - prosegue il Collettivo - In altre parole, mentre i governi si occupano di creare ad arte bonus per restaurare edifici privati, tutto ciò che è pubblico è lasciato a sé stesso, al degrado e all’incuria delle istituzioni. Per non parlare poi della retorica securitaria legata al cosiddetto “decreto anti-rave”: una misura del tutto ideologica che vuole colpire le aggregazioni pubbliche di persone, con la scusa della mancanza di sicurezza delle strutture utilizzate. In altre parole, ancora una volta, si invitano le persone a guardare il dito mentre si indica la luna. Il Collettivo Autorganizzato Universitario (CAU) denuncia con forza lo scempio che si sta consumando davanti agli occhi dei giovani. Gli studenti e le studentesse si sentono indignati e attaccati dalla mancanza di sicurezza reale nei luoghi della formazione. Questa assemblea vuole essere un modo per permettere agli studenti e alle studentesse di riprendersi i propri spazi per parlare e confrontarsi, per impedire che quanto accaduto sia normalizzato. Il governo Meloni, che in campagna elettorale ha più volte ribadito la sua vicinanza ai giovani, di fatto sta togliendo a questi ultimi ogni spazio pubblico di aggregazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università a pezzi, crolla l'aula Mura Greche di Palazzo Corigliano: la denuncia degli studenti

NapoliToday è in caricamento