Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Crisi Anm, De Luca: "Comune scappa, a rischio centinaia di lavoratori"

 

"Se il Comune conferma la sua linea saranno a rischio centinaia di lavoratori dell'Anm". Prosegue il braccio di ferro tra Comune di Napoli e Regione Campania. Stavolta è il governatore Vincenzo De Luca a sferrare una stoccata verso l'amministrazione de Magistris: "La Regione paga gli stipendi di un'azienda che è di proprietà comunale - attacca De Luca - Fino a oggi, i due enti hanno messo la stessa cifra. Se il Comune smette di investire quei soldi vorrà dire che saremo costretti a fare una gara per assegnare il servizio di trasporto pubblico con la metà dei soldi. Ciò significa limiti al servizio e centinaia di lavoratori a rischio esubero". 

Nei giorni scorsi, il Comune di Napoli ha ribadito che aspetta dalla Regione un investimento maggiore. Di fronte a un muro contro muro, per i cittadini è diventato anche complicato comprendere da che parte sia la realtà e che rischi ci sono per il già zoppicante trasporto pubblico in città. Ciò che è certo è che la concessione all'Anm per il servizio scade a dicembre di quest'anno e se le parti non si avvicineranno il rischio di una privatizzazione del trasporto potrebbe diventare una realtà.  

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento