Covid, De Luca: "Posti letto attivabili in caso di necessità"

Il governatore della Campania fa il punto sulla situazione ospedaliera in relazione all'epidemia di Coronavirus

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha oggi fatto alcune precisazioni a proposito della situazione posti letto in regione. "Stiamo lavorando sulla base di una programmazione rigorosa che abbiamo fatto da mesi - ha spiegato - Dobbiamo chiarire che i posti Covid disponibili vengono attivati sulla base delle esigenze che si hanno di volta in volta perché il personale è limitato e per garantire i turni nei posti covid bisogna eliminare le prestazioni non essenziali e questo si sta facendo".

I 200 posti letto dei 'Covid residence' sono "per pazienti che non possono passare la quarantena a casa ma sono asintomatici".
"I Covid residence sono di qualità ed eccellenza, un'intera palazzina per pazienti Covid, e quindi non sono esauriti i posti letto. La maggioranza dei contagi avviene in famiglia, negli assembramenti notturni e nelle scuole, soprattutto nelle ultime classi delle superiori dove si incontrano gli amici e quando partecipa alla movida, tornano a casa e trasmettono il contagio ai familiari e soprattutto alle persone anziane".

"Abbiamo accantonato per ora le prestazioni non necessarie per avere posti letto per il Covid - conclude De Luca - Anche per le terapie intensive che abbiamo realizzato non sprecando risorse ma facendo lavoro di prevenzione, vanno attivate sulla base di esigenze concrete perché quando si attivano, poi, bisogna organizzare i turni. Gli anestesisti non ci sono in tutta Italia e sono professionalità preziose e quindi si attivano su necessità. I posti sono 120 e saranno usati a seconda delle esigenze".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Covid-19 e polmonite interstiziale, quando l’infezione colpisce i polmoni: l’intervista allo pneumologo

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

Torna su
NapoliToday è in caricamento