rotate-mobile
Sabato, 30 Settembre 2023
Attualità

Concorsone Regione Campania 2023, De Luca definisce le tappe

"La Campania ha perso in un decennio circa 250mila cittadini e quelli che se ne sono andati, sono per il 40% giovani laureati. Facciamo questi concorsi per bloccare questa emorragia di giovani dalla Campania verso altri luoghi", spiega il governatore

"Abbiamo deciso di far partire a gennaio un nuovo concorso promosso dalla Regione con l'obiettivo di dare un lavoro stabile a 5000 giovani del nostro territorio. Questo concorso riguarderà assunzioni nella Regione Campania, e questo possiamo farlo direttamente, ma la Regione, come già fatto 3 anni fa, si impegna ad investire 10 milioni di euro per fare un concorso con migliaia di partecipanti da concludere nell'arco di 9 mesi nel 2023. L'obiettivo è mandare migliaia di giovani a lavorare negli enti locali quindi, oltre che nella Regione, nella rete dei comuni, provincie, comunità montane, istituzioni pubbliche. Il presupposto è che i comuni richiedano alla Regione il personale che manca. Tutti i comuni hanno carenze drammatiche di organiche ed il concorso che intendiamo fare è ovviamente rivolto a coprire questi vuoti nelle piante organiche degli enti. Per questo invito i comuni a segnalare quali sono le figure professionali di cui hanno bisogno". Così Vincenzo De Luca, nel corso della consueta diretta social del venerdì pomeriggio, è tornare a parlare del nuovo concorso promosso dalla Regione Campania da svolgersi nel 2023, aggiungendo ulteriori dettagli. 

Le tappe del 'concorsone'

"La Regione si impegna a fare il concorso, a sopportare i costi del concorso. Per le assunzioni che non riguardano la Regione, ma gli altri enti pubblici, dobbiamo vincolare questi concorsi ad un minimo di formazione professionale per poter utilizzare i fondi europei. Quindi il percorso può essere questo: all'inizio del 2023 facciamo partire questo concorso, sulla base delle richieste che ci pervengono dai comuni. Noi ci impegniamo a fare il concorso, a pagare per 3 mesi la formazione professionale che faranno i giovani selezionati presso gli enti locali. Dopo tre mesi di formazione, si fa un colloquio rapido nei comuni e si fanno i contratti di lavoro a tempo indeterminato", ha spiegato il governatore campano, definendo le tappe del 'concorsone'.

L'emorragia di giovani in Campania

"In questi anni abbiamo avuto una migrazione biblica dal Sud al Nord e dal Sud verso altri paesi d'Europa. La Campania ha perso in un decennio circa 250mila cittadini ed il 40% di quelli che se ne sono andati, sono giovani laureati. Facciamo questi concorsi per bloccare questa emorragia di giovani dalla Campania verso altri luoghi. La situazione del Sud sta diventando drammatica. Da qui al 2050 rischiamo di avere il dimezzamento della popolazione. Questa oggi dovrebbe essere la principale emergenza a cui dedicare attenzione da parte di tutte le forze politiche nazionali. Serve un concorso per 300 mila giovani diplomati e laureati da immettere nella pubblica amministrazione del Mezzogiorno", ha concluso De Luca. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorsone Regione Campania 2023, De Luca definisce le tappe

NapoliToday è in caricamento