rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Attualità

Coldplay a Napoli, presentati i concerti: "Guardiamo anche ad altri grandi nomi per i prossimi anni"

"La scelta della nostra città da parte della band britannica è molto significativa. Qui si possono fare grandi eventi e noi lavoriamo per questo", le parole del sindaco Gaetano Manfredi in conferenza stampa

86mila biglietti complessivi per le due date venduti in poche ore. Grande entusiasmo ed attesa in città per un grandissimo evento musicale che riporta Napoli nel grande circuito dei concerti di respiro internazionale. Di questo e altro si è parlato nel corso della conferenza stampa di presentazione dei concerti dei Coldplay, previsti per il 21 e 22 giugno 2023 allo stadio Diego Armando Maradona, che si è svolta presso la sala giunta del Comune. 

"La scelta di Napoli da parte dei Coldplay è molto significativa a livello internazionale. Queste sono scelte molto ponderate, non emotive, ma basate su una serie di considerazioni. Qui si possono fare grandi eventi con grandi numeri. Per noi significa tanto in termini di aumento di brand, internazionalizzazione e a livello di indotto economico. Questi eventi ci aiutano a destagionalizzare Napoli, anche nei mesi in cui non c'è un picco turistico. Anche adesso ad ottobre abbiamo le strutture ricettive piene e proprio in questo mese abbiamo il torneo Atp di tennis, che è un'altra grande occasione. Noi continueremo a lavorare in questa direzione", ha affermato il sindaco Gaetano Manfredi in conferenza stampa. 

"Una città così multiforme come Napoli può rappresentare un luogo dove si fa musica di tutti i tipi per 365 giorni all'anno. A giugno al Maradona non ci saranno solo i Coldplay, ma anche altri eventi. Ora dobbiamo pensare anche ad altri grandi nomi per gli anni a venire. Dobbiamo essere all'altezza di queste sfide anche dal punto di vista dell'accoglienza, dei servizi, dei trasporti, per le tante persone che arriveranno in città in occasione di questi eventi. Napoli è una città che ispira, gli artisti vengono volentieri qui perché c'è grande partecipazione. Dobbiamo creare un'offerta molto continua e diversificata", ha aggiunto il primo cittadino partenopeo. 

15mila i biglietti venduti a Napoli. 2700 i tagliandi acquistati dall'estero

"La scelta dei Coldplay di venire a Napoli non è stata casuale. C'è stata la possibilità di vederli al Maradona già nel 2022, come unica tappa italiana del loro tour mondiale, poi l'opportunità è sfumata per motivi logistici. Napoli è stata scelta dalla band in maniera specifica, in particolare da Chris Martin. I biglietti, 43mila per ogni data, sono stati venduti molto velocemente, in poche ore. La seconda data ha una maggiore incidenza di vendita extra regionale ed extra Italia. 15mila sono i biglietti venduti a Napoli, ma i tagliandi sono stati venduti un po' in tutte le zone d'Italia e circa 2700 anche all'estero. Altri grandi nomi per il futuro? Al momento non lo sappiamo ancora. Posso dire che era circolata anche la possibilità di vedere Madonna a Napoli, ma poi non se n'è fatto più nulla", ha rivelato l'organizzatore Peppe Gomez di Fast Forward. 

A margine della conferenza, Gomez ha parlato anche della questione relativa al 'seconday ticketing: "Comprare biglietti da agenzie estere o da siti di secondary ticketing comporta un rischio e non è il caso di farlo. Che ci siano stati complottismi o altre cose di questo genere, lo escludo nella maniera più assoluta. Che su 86mila biglietti venduti un piccolo contingente possa essere stato acquistato da ragazzi capaci di smanettare e di acquistare qualche biglietto in più per poi rivenderlo a prezzo maggiorato su questi siti di secondary ticketing è assolutamente possibile, ma non avviene solo a Napoli. E' un fenomeno internazionale. Un margine per una terza data al Maradona? No, si tratta di un world tour molto serrato". 

"Importante rivedere Napoli reinserita nei grandi circuiti internazionali della musica"

"Rivedere Napoli reinserita nei grandi circuiti internazionali della musica è molto importante e ci dà grande gioia. Stiamo facendo un grande lavoro come Napoli città della musica. Dobbiamo proseguire in questo lavoro pluriennale per far sì che Napoli sia sempre di più al centro delle dinamiche del comparto musica", sono le parole del delegato del sindaco per il settore musica e audiovisivo, Ferdinando Tozzi. 

Manfredi: "Lavoriamo ad un Capodanno popolare. Vogliamo tanti napoletani e turisti in piazza"

Il sindaco Manfredi ha parlato anche dell'organizzazione per il prossimo Capodanno: "Per Capodanno stiamo lavorando a varie opzioni. Sarà un Capodanno trasversale e popolare, anche perché ci auguriamo sia il primo senza pandemia. Vorremmo fosse una festa di tutti, con tanti napoletani e turisti in piazza. Ci stiamo lavorando tanto e a breve renderemo note le scelte". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coldplay a Napoli, presentati i concerti: "Guardiamo anche ad altri grandi nomi per i prossimi anni"

NapoliToday è in caricamento