menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Circum peggio che mai, il rapporto Pendolaria: in 10 anni persa la metà dei passeggeri

I dati dei Legambiente confermano i vettori Eav tra i peggiori del Paese

Il nuovo rapporto "Pendolaria" di Legambiente ha nuovamente sottolineato le numerose carenze delle linee su ferro dell'Eav, cioè Circumvesuviana, Cumana e Circumflegrea.
Numeri impietosi. Come quelli delle corse tagliate (-10,9% tra il 2010 ed il 2019) con servizio di fatto fermo già intorno alle 21.30 e – nel corso del 2020 – per alcune settimane addirittura sospese tra le 11 e le 15 nei feriali e dopo le 20 nei festivi. "Una riduzione drastica delle possibilità di spostamento in treno che ha creato disagi e proteste", stigmatizza il rapporto di Legambiente.

Poco lusinghiera anche l'analisi delle vetture, vecchie o vecchissime. In Campania l’età media del materiale rotabile è di 19.9 anni, mentre l’età media in Italia è di 15 anni. Col revamping di 11 treni per la Circumvesuviana si sono tamponate alcune falle, ma restano ancora non in servizio i 40 nuovi treni annunciati da Eav nel 2018. "Colpa di un contenzioso – spiega il presidente della holding Umberto De Gregorio su Facebook – Il Tar un anno fa ha accolto il ricorso del secondo classificato nella gara di appalto. Attendiamo la sentenza del Consiglio di Stato, poi firmeremo il contratto. Intanto, però, sulla Cumana sono già in funzione sei nuovi treni ed altri due entreranno in servizio tra pochi giorni".

C'è poi il problema della mancanza di personale sui treni che garantisca sicurezza. Soprattutto in Circum viene segnalato di tutto, dalla maleducazione fino alle molestie vere e proprie. "Dal rapporto Pendolaria – commenta Enzo Ciniglio, esponente di un comitato dei pendolari – Circumvesuviana, Cumana e Circumflegra risultano ancora una volta tra le peggiori ferrovie italiane. Non sorprende che in dieci anni il trasporto pubblico regionale campano abbia perso il 44,4% dei passeggeri e che sia il dato peggiore di tutto il Paese". È così: nel 2011 i viaggiatori che utilizzavano quotidianamente i treni regionali in Campania erano 467mila; nel 2019, invece, 261mila.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Divano: a cosa fare attenzione prima di procedere all'acquisto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento