rotate-mobile

Da “Le Ali di Scampia” un aiuto concreto per le vittime di violenza: “Autodifesa per infondere coraggio”

Nuovo appello, anche alle istituzioni, dal quartiere napoletano a favore delle donne

Continua senza sosta l’impegno de “Le Ali di Scampia” nella lotta alla violenza sulle donne. “Denunciate, facciamo rete, aiutiamoci” è l’appello di Cira Celotto che da anni, attraverso lo sport, tende una mano a diverse donne, anche – purtroppo – vittime di violenze di ogni genere.

L’ultimo grido di aiuto, Cira lo ha lanciato ieri proprio nella giornata internazionale dedicata al tema. Aiuto che viene chiesto soprattutto alle istituzioni.

“Ci siamo riunite per dire ‘no’ alla violenza sulle donne. La mia associazione nasce proprio per ascoltare le donne. Attraverso i loro silenzi, i loro occhi, ho imparato a leggere il grido di aiuto di alcune di loro”, dice Cira.

“Spero che la nuova amministrazione ci aiuti, cercando di costruire insieme nuovi sportelli di ascolto. Tante donne hanno ancora paura di aprirsi e parlare del proprio problema”, ha continuato.

“Essendo una donna che ha vissuto la violenza – ha spiegato - sento il bisogno di dire alle donne di iniziare a chiedere aiuto. Dobbiamo cercare insieme la giusta strada, il coraggio di comunicare le nostre paure”.

Cira, da questo mese, propone alle “sue guerriere” anche un corso di autodifesa. “A mali estremi, estremi rimedi”, commenta la personal trainer che non invita “ad usare la violenza”, ma cerca di infondere maggior coraggio nelle donne che si trova di fronte ogni giorno. 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Da “Le Ali di Scampia” un aiuto concreto per le vittime di violenza: “Autodifesa per infondere coraggio”

NapoliToday è in caricamento