rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Attualità San Giuseppe / Piazza Dante

Napoli perde un altro pezzo di storia: chiude la libreria che era di Tullio Pironti

L'annuncio proprio mentre nei prossimi giorni al compianto pugile-editore (si è spento nel 2021) verrà dedicata, nei pressi, una targa commemorativa

Allo storico editore Tullio Pironti, spentosi nel settembre del 2021, verrà dedicata tra pochi giorni una targa di marmo alla presenza anche del sindaco Gaetano Manfredi. Una notizia positiva (anticipata dal Mattino), non fosse che quella che era la sua libreria di piazza Dante proprio in questi giorni chiude i battenti.

Il negozio aveva recentemente cambiato gestione passando ad un gruppo di giovani. Un passaggio di mano che aveva inizialmente dato speranza, ma che invece pare aver soltanto prolungato l'agonia dell'ennesima libreria della piazza – in questo caso particolarmente rilevante dal punto di vista storico – destinata a scomparire. E a cedere il passo, come sta accadendo un po' in tutto il centro storico, a bar, localini, pizzerie e fast food.

Così mentre la Feltrinelli di Chiaia annuncia che resterà chiusa diversi mesi, Napoli si vede privata di un altro pezzo della sua storia culturale.

Non ci sono state ad oggi commemorazioni ufficiali del pugile-editore, questo nonostante il suo funerale fosse stato partecipatissimo. Nessun atto simbolico da parte delle istituzioni. Il libraio Pasquale Langella, primo a denunciare questa mancanza da parte del Comune di Napoli, ha raccolto un numero enorme di firme perché a Pironti venga intitolato un tratto di piazza Dante. Da Palazzo San Giacomo è arrivato l'ok, ed arriverà la targa. Intanto, però, la libreria cui ha dedicato la vita chiude.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoli perde un altro pezzo di storia: chiude la libreria che era di Tullio Pironti

NapoliToday è in caricamento