Venerdì, 12 Luglio 2024

Centro giovanile ancora vuoto e abbandonato. Il Comune: "Il bando è pronto"

Il Polifunzionale di Soccavo versa nel degrado tra rifiuti, cavi elettrici scoperti e infiltrazioni. L'assessore Marciani assicura che la gara sarà resa pubblica tra pochi giorni

Potrebbe essere terminato il tempo dell'abbandono per il Centro giovanile Nagioia di Soccavo. Il 6 aprile 2023 vi abbiamo parlato dello stato di degrado che avvolge il centro della periferia Ovest di Napoli. In quella circostanza, abbiamo raccolto le testimonianze di persone, responsabili di associazioni, che raccontavano di essere state messe alla porta dal Comune di Napoli, proprietario della struttura di via Appio Claudio, per far posto a un nuovo bando di affidamento.

Per un anno, però, non c’è stata alcuna traccia della nuova gara e il Centro, inutilizzato, è sprofondato nell’abbandono. Rifiuti ammassati, cavi elettrici scoperti, lastre del soffitto crollate, infiltrazioni, avvisi di pericolo artigianali, bagni chiusi a chiave. Un disastro se si considera che buona parte di questa struttura era stata rimessa a nuovo per le Universiadi nel 2019. Ad aprile l’assessore comunale ai Giovani Chiara Marciani ci fece una promessa: pubblicare il bando appena dopo Pasqua.

È passato un mese e mezzo e del bando nemmeno l’ombra. Un ritardo che ha provocato la reazione della consigliere d’opposizione Alessandra Clemente, ex assessore ai Giovani della giunta de Magistris: "Quel centro sta marcendo per l'inutilizzo. E' in queste condizioni già da un anno e ci vorranno tanti soldi per ristrutturarlo. Tutto ciò per l'incapacità di gestire la cosa pubblica. Bisognerebbe chiedere scusa a quelle associazioni cacciati dodici mesi fa per far posto a un bando mai realizzato". 

Abbiamo, così, ricontattato l'assessore Marciani per capire i motivi del ritardo. E abbiamo ottenuto una nuova promessa: "Il bando è pronto - assicura - la Commissione comunale Politiche giovanili ci ha chiesto di discuterne prima di pubblicarlo. Lo faremo martedì 23 maggio e se non saranno sollevati problemi potremo renderlo pubblico anche il giorno dopo".

Restano due grossi punti interrogativi. Il primo è collegato agli ingenti lavori da fare per il ripristino dei luoghi: "Vogliamo collaborare con associazioni che ci aiutino anche nella manutenzione ordinaria e straordinaria della struttura" afferma la Marciani. Il secondo punto interrogativo riguarda i tempi della burocrazia. Se ci è voluto un anno per redigere il bando, quanto ci vorrà per vedere funzionare il Centro Nagioia? "Puntiamo a renderlo funzionante da settembre" conclude l'assessore. C’è da sperare che questa sia, finalmente, la volta buona. 

Si parla di

Video popolari

NapoliToday è in caricamento