Catello Maresca: “Sto lavorando a un grande progetto di impegno civile"

Parla il noto magistrato napoletano

Maresca

Sto lavorando ad un grande progetto di impegno civile e ogni giorno faccio politica”. E' quanto dichiarato dal noto magistrato napoletano Catello Maresca, intervenendo nella trasmissione Barba&Capelli in onda su Radio Crc Targato Italia.

Sulla proposta di candidatura alle comunali di Napoli Maresca replica ironicamente: “Mi avvalgo della facoltà di non rispondere”.

Maresca ha parlato anche del rischio infiltrazioni criminali nelle proteste e nell’economia in crisi durante l'emergenza Covid: “Il tessuto sociale è purtroppo facilmente infiammabile da promesse mancate e poca chiarezza complessiva nella gestione dell’emergenza con balletto tra Stato, regioni e comuni. Questo ha provocato difficoltà e la situazione è esplosiva, va controllata per evitare scene violente con le infiltrazioni di chi non ha che a fare con la protesta. Più aumentano le zone rosse, più aumenta disagio e malcontento che purtroppo poi deve essere gestito”. 

"Il rischio delle mafie nelle imprese è reale con indagini che lo hanno già certificato. La Campania ce lo insegna dopo il terremoto con il clan dei casalesi che fece il salto di qualità da mafia rurale a quella imprenditoriale. Nelle crisi le mafie diventano più potenti proiettandosi nel mondo legale per acquisire attività economiche”, ha concluso il magistrato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

Torna su
NapoliToday è in caricamento