rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Attualità

Lutto all'università Federico II: addio al professore Carlo Pedone

Professore emerito di Chimica generale ed inorganica presso l'ateneo partenopeo

Lutto all'Università Federico II per la scomparsa di Carlo Pedone, professore emerito di Chimica generale ed inorganica presso l'ateneo federiciano.

Laureatosi presso l'università di Napoli nel 1962 in Chimica con lode, ha iniziato la sua carriera scientifica nel campo della Chimica Macromolecolare sotto la direzione del professore Paolo Corradini collaborando con il professore Giulio Natta nello studio di sistemi di interesse macromolecolare. Dal 1967 al 1969 ha svolto attività di ricerca presso il Politecnico di Brooklyn N.Y.,(USA) studiando gli aspetti strutturali di molecole di interesse biologico. Ritornato in Italia dal 1975 ha ricoperto la cattedra di Chimica Generale ed Inorganica presso la facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali dell'Università degli Studi di Napoli Federico II e dal 1997, presso la facoltà di Scienze Biotecnologiche di cui è stato componente del comitato ordinatore. Nell'ambito della sua carriera ha ricoperto numerosi incarichi organizzativi nell'ateneo federiciano come direttore del Dipartimento di Chimica, membro del consiglio di amministrazione e fondatore del Centro Interuniversitario di Ricerca sui Peptidi Bioattivi (CIRPeB). Inoltre, è stato promotore della diffusione dell'insegnamento universitario, essendo stato presidente del comitato ordinatore della facoltà di Scienze dell'Università della Basilicata e presidente del comitato ordinatore della facoltà di Scienze Ambientali della Seconda Università degli Studi di Napoli. La sua attività organizzativa si è estesa alla fondazione del centro di Biocristallografia e successivamente dell'istituto di Biostrutture e Bioimmagini del CNR di cui è stato Direttore.

 A livello nazionale ed internazionale ha diretto numerosi progetti scientifici essendo stato fra l'altro membro del consiglio scientifico della "Large Scale Facility" della Comunità Europea "Center for Design and Structure in Biology" presso l'istituto di Biotecnologie Molecolari (IMB) dell'Università di Jena, direttore del progetto Biotecnologie Ambientali nell'ambito del Progetto Finalizzato Biotecnologie del CNR e membro del comitato scientifico per Agenzia 2000 per la linea di ricerca "Sistemi molecolari e supramolecolari complessi e biostrutturistica". Ha inoltre partecipato alla fondazione del Consorzio dei metalli nei sistemi biologici promuovendo a livello nazionale la Chimica Bioinorganica.

L' interesse prevalente dei suoi studi è stato rivolto alle relazioni struttura-attività in sistemi di interesse biologico. In questo campo, con particolare riferimento allo studio di sistemi peptidici e peptido-mimetici e all'utilizzo di sistemi a bassa massa molecolare nella diagnostica e nella terapia di importanti patologie ha dato un notevole contributo innovativo alla chimica dei peptidi e può essere considerato un pioniere nell'introduzione in Italia degli studi di "rational drug design" basati su dati strutturali allo stato solido di sistemi proteici mediante diffrattometria a raggi X e studi in soluzione di risonanza magnetica nucleare. Ricerche innovative portate avanti in questo campo hanno consentito consolidate interazioni con industrie nazionali ed internazionali che hanno dato luogo a numerosi brevetti. L'attività di ricerca ha prodotto circa 500 pubblicazioni su riviste internazionali riguardanti la progettazione, sintesi, studi conformazionali e struttura allo stato solido ed in soluzione di molecole e macromolecole di interesse biologico e di numerosi brevetti nazionali ed internazionali nel campo della diagnostica e della farmaceutica molecolari.

"Gli allievi ricordano il loro maestro a tutta la comunità federiciana con affetto e gratitudine per la sua costante guida nella ricerca scientifica di cui è sempre stato un entusiasmante promotore", si legge nel ricordo dell'università Federico II. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto all'università Federico II: addio al professore Carlo Pedone

NapoliToday è in caricamento