Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità Capri

Capri, caos al porto: "Così non possiamo continuare"

I sindaci dell'isola chiedono un adeguamento infrastrutturale per contenere file e disagi nell'area di Marina Grande

E' essenziale e non più prorogabile un intervento infrastrutturale sul porto commerciale di Capri, realizzato ormai quasi 100 anni or sono e non più idoneo a garantire la sicurezza a fronte dell'elevato flusso di imbarcazioni e persone. E' quanto convenuto nel corso dell'incontro che si è tenuto ieri nella Prefettura di Napoli sulla sicurezza e l'ordine pubblico nel porto dell'isola. La situazione nell'area di Marina Grande è stata descritta dal sindaco di Capri Marino Lembo e dal primo cittadino di Anacapri Alessandro Scoppa come "gravissima e preoccupante".

E' stato rimarcato "...il gravissimo livello di criticità ormai raggiunto ai fini della sicurezza e dell’ordine pubblico nel porto di Capri in conseguenza dell’elevato e crescente numero di attracchi di imbarcazioni e di sbarchi di persone, a fronte della piccola struttura e della ridotta dimensione del borgo di Marina Grande che rendono difficoltoso anche l’ordinato flusso e deflusso da e verso la parte alta di Capri, con assembramenti e difficoltà di transito".\n

In particolare, l’attenzione si è focalizzata "...sull’ingente e sproporzionato afflusso di persone concentrate tutte nella medesima e ridotta area di Marina Grande: si registrano ongi giorno file e lunghi incolonnamenti, senza contare i numerosi mezzi di trasporto merci che transitano e sostano nella stessa area durante le operazioni di sbarco e imbarco". La situazione si è poi ulteriormente aggravata con il danneggiamento e la conseguente interdizione del molo detto 'Banchinella' in conseguenza del quale è già stata adottata dal sindaco di Capri l’ordinanza sindacale del 3 giugno scorso che vieta lo sbarco dei mezzi adibiti al trasporto merci sull’isola dalle ore 9 alle ore 12 e la conseguente circolazione dal porto al centro. 

I rappresentanti delle compagnie di navigazione hanno manifestato la volontà di collaborare per un nuovo quadro orari di attracchi che possa distanziare gli arrivi.  A lungo termine, fa sapere il Comune di Capri, "...si è convenuti su un intervento infrastrutturale, essenziale e non più prorogabile, riguardante il porto commerciale. Sul punto è stato evidenziato che l’intervento infrastrutturale dell’area portuale, già previsto negli anni scorsi, risulta di fatto sospeso nel suo esame in ragione di alcuni rilievi della Soprintendenza per i beni paesaggistici di Napoli. A tal riguardo, il prefetto Claudio Palomba ha comunicato che provvederà a convocare un tavolo tecnico in conferenza di servizi al quale sarà invitato anche l'ente. (AdnKronos) 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capri, caos al porto: "Così non possiamo continuare"
NapoliToday è in caricamento