rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità Pozzuoli

Bradisismo Campi Flegrei, cosa accadrà con lo stato di mobilitazione: le azioni individuate

Presso la sede della Protezione Civile a Monterusciello si è svolto il debriefing sulla gestione dell’emergenza in seguito allo sciame sismico del 20 e 21 maggio

Presso la sede della Protezione Civile a Monterusciello, si è svolto nella giornata di venerdì il debriefing sulla gestione dell’emergenza in seguito allo sciame sismico del 20 e 21 maggio nei Campi Flegrei. Presenti, oltre al sindaco di Pozzuoli Gigi Manzoni e al sindaco di Bacoli Josi Gerardo della Ragione, il Prefetto di Napoli Michele Di Bari, il Capo dipartimento della Protezione Civile Nazionale Fabrizio Curcio, la vice capo dipartimento della Protezione Civile Nazionale Titti Postiglione, il direttore della Protezione Civile Regionale Italo Giulivo, il direttore regionale dei Vigili del fuoco Emanuele Franculli, il direttore ufficio emergenza DPC Luigi D’Angelo e il direttore dell’Osservatorio Vesuviano Mauro Di Vito.

Nel corso dell'incontro sono state affrontate le criticità riscontrate in questi giorni e programmate le azioni da implementare a partire già dai prossimi giorni.

"La dichiarazione dello stato di mobilitazione ci consentirà di intervenire nell’immediato per migliorare gli interventi previsti e programmare anche le azioni a medio e lungo termine con la giusta tranquillità. Il Comune di Pozzuoli ha individuato una serie di azioni strategiche per migliorare i processi e mettere in atto misure preventive per la sicurezza dei cittadini", spiega in una nota il comune puteolano. 

Tra le azioni individuate:

- La formazione del personale del Comune di Pozzuoli per la gestione di nuovi applicativi informatici utili alla condivisione delle informazioni e dei dati;

- L’adeguamento della segnaletica di emergenza;

- La predisposizione di due centri di accoglienza decentrati ed immediatamente attivabili nelle ore successive ad eventi sismici di magnitudo significative;

- Percorsi formativi specifici per i tecnici comunali da impegnare immediatamente per la verifica approfondita dei fabbricati;

- Una campagna di informazione a tappeto sul piano di protezione civile comunale.

Manzoni: "Le azioni prioritarie individuate saranno realizzate al più presto"

“Abbiamo gestito questa emergenza con grande impegno. Ci sono state ovviamente delle criticità, che stiamo affrontando anche in queste ore, ma ne approfitto per ringraziare tutti coloro che, 24 ore su 24, hanno collaborato e stanno collaborando, ognuno con la sua funzione, a gestire l’emergenza. Sottolineo che la sinergia istituzionale, la collaborazione e il dialogo ci hanno consentito di intervenire immediatamente e di dare le prime risposte di assistenza fin dalle prime ore successive alle scosse. Le aree di attesa e il centro di accoglienza sono stati attivati in tempi brevissimi, per dare ai cittadini luoghi sicuri dove trascorrere ore che sono state difficili per tutti noi. Le azioni prioritarie individuate saranno realizzate al più presto, in attesa delle misure necessarie per poter intervenire sugli edifici privati danneggiati”. E' quanto assicura il sindaco di Pozzuoli Gigi Manzoni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bradisismo Campi Flegrei, cosa accadrà con lo stato di mobilitazione: le azioni individuate

NapoliToday è in caricamento