Domenica, 24 Ottobre 2021
Attualità

La Campania resta in zona gialla: dati in trend positivo ma non ancora da "bianca"

In netto calo contagi e indice Rt, e sotto la soglia di allarme anche l’occupazione dei posti letto in terapia intensiva, al 15%. Intanto prosegue la campagna vaccinale

Campania ancora zona gialla. La conferma arriva dal nuovo monitoraggio settimanale (relativo al periodo 10-16 maggio) dell’Istituto superiore di Sanità.

L'indice di trasmissibilità, l'Rt, si assesta a 0,7 (tra 0,68 e 0,72), e i contagi sono in forte calo. Decisamente sotto la soglia di allarme anche l’occupazione dei posti letto in terapia intensiva, al 15%.

Ancora seconda regione per casi in Italia

Nonostante siano in netto calo i numeri, com'era in gran parte prevedibile, non sono comunque ancora da "zona bianca". Sarebbe necessario avere meno di 50 contagi ogni centomila abitanti, mentre la Campania è ora a 95 casi ogni centomila abitanti e due settimane fa era a 146.

Certo uno scenario pandemico a rischio basso, che però non deve far abbassare la guardia. La regione resta infatti la seconda d’Italia per casi segnalati, dietro soltanto alla Lombardia.

casi ricoveri campania ospedali-2-2-2

Obiettivo zona bianca: le prossime settimane

Il ministro Roberto Speranza ha confermato che tutte le regioni oggi saranno zona gialla, con giugno mese deputato al passaggio progressivo in bianco. Si prevede si possa raggiungere l'obiettivo il 21 giugno, ma è probabile la Campania possa cambiare livello di allerta molto prima.

"Con il monitoraggio e le conseguenti ordinanze di oggi l’Italia sarà tutta in area gialla – sono le parole del ministro della Salute – È il risultato delle misure adottate finora, del comportamento corretto della stragrande maggioranza delle persone e della campagna di vaccinazione".

Nuovo sistema di monitoraggio

Cambierà a breve il sistema di monitoraggio. Fino a metà giugno convivranno i due sistemi in uso, il vecchio basato su Rt e rischio, e il nuovo basato su incidenza e soprattutto sui ricoveri negli ospedali. La regola – fino a metà giugno – vuole che comunque le Regioni stiano nello scenario con meno restrizioni se i due criteri diano risultati diversi, ma non è il caso di questa settimana in cui i risultati (zona gialla) coincidono per tutte le Regioni in entrambi i sistemi.

L'analisi della Fondazione Gimbe

"Continua la riduzione dei nuovi casi settimanali – sono le parole di Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione Gimbe di monitoraggio indipendente – che dimostra come gli effetti ottenuti grazie a 6 settimane di restrizioni stiano lasciando gradualmente il posto ai primi risultati della campagna vaccinale. Si rileva tuttavia una riduzione dei tamponi (-15% di persone testate rispetto alla settimana precedente), segno di un allentamento dell’attività di testing".

La campagna vaccinale in Campania

Da stamane è intanto attiva in Campania la nuova piattaforma online per l’aggiornamento in tempo reale dei dati sulla campagna vaccinale. Il sito, rende noto l'ente di Palazzo Santa Lucia, permetterà una consultazione sia in base alle dosi ricevute dalla Regione sia in base alle somministrazioni anche per categorie.
Dal portale si può vedere che sono circa 3 milioni le dosi consegnate ad oggi alla Campania. Su oltre 2,7 milioni di somministrazioni effettuate, il 46.27% è stato effettuato tra Napoli e provincia.

Proseguono anche le prenotazioni – dopo diversi problemi di funzionamento della piattaforma online – per l'open day vaccinazioni previsto nella notte tra sabato e domenica alla Mostra d'Oltremare e all'Aeroporto di Capodichino, riservato alla fascia tra i 30 e i 39 anni.

vaccinazioni 3-3-2-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Campania resta in zona gialla: dati in trend positivo ma non ancora da "bianca"

NapoliToday è in caricamento