rotate-mobile
Attualità

Pannelli fotovoltaici e nuovi servizi tecnologici: parte la transizione ecologica e digitale al CAAN di Napoli

Il progetto del Centro Agroalimentare di Napoli finanziato con 6.493.291 euro dal Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste nell’ambito della misura 2 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

Efficientamento energetico, transizione ecologica e digitalizzazione dei processi logistici. Poggia su tre pilastri il progetto del Centro Agroalimentare di Napoli CAAN finanziato con 6.493.291 euro dal Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste nell’ambito della misura 2 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Completate a fine luglio le verifiche tecniche, è stato emesso il provvedimento di concessione delle agevolazioni a sostegno degli investimenti previsti. Grazie ai fondi stanziati verranno installati seimila pannelli fotovoltaici la cui produzione energetica sarà in grado di soddisfare circa il 50% del fabbisogno della struttura. Saranno, inoltre, ammodernate le infrastrutture telematiche del Centro e attivato un sistema di tracciamento rifiuti, a supporto della raccolta differenziata interna.

“Le risorse del Pnrr - ha affermato l’assessore alle Attività produttive e al Turismo, Teresa Armato - consentiranno di fare del Centro Agroalimentare di Napoli una struttura all’avanguardia, con una particolare attenzione all’ambiente declinata attraverso la produzione di energia pulita e un migliore controllo dei rifiuti prodotti. Siamo particolarmente orgogliosi perché quello del CAAN ha ottenuto uno dei punteggi più elevati tra i progetti presentati dai mercati agroalimentari all’ingrosso di tutta Italia”.

"E' un giorno storico per il CAAN che premia mesi di duro lavoro - ha dichiarato il presidente del CAAN Carmine Giordano - Il finanziamento ottenuto ci inorgoglisce e, al tempo stesso, ci responsabilizza rispetto a ciò che ci attende per assicurare l’efficace e corretto utilizzo delle risorse e la tempestiva realizzazione degli interventi, secondo il cronoprogramma previsto. Il progetto dovrà, infatti, essere ultimato e collaudato entro i prossimi 24 mesi. Continuando a lavorare in maniera sinergica ed appassionata, come fatto finora a dispetto delle molteplici difficoltà, siamo sicuri che a questo seguiranno molti altri progetti che faranno del CAAN un polo di eccellenza sempre più green e all'avanguardia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pannelli fotovoltaici e nuovi servizi tecnologici: parte la transizione ecologica e digitale al CAAN di Napoli

NapoliToday è in caricamento